Province, realtà scomparsa

Come annunciato dal Governo via quelle di Teramo e Pescara, salveChieti e L'Aquila. Ma nei fatti che succede?

Province, realtà scomparsa

SPENDING REVIEW, L'ABOLIZIONE DELLE PROVINCE - Alla fine, dopo mesi di polemiche e trattative, il Consiglio dei ministri del Governo Monti ha definito i criteri per il riordino delle province previsti dal decreto legge sulla Spending Review. Via, come ampiamente annunciato, quelle di Pescara e Teramo (accorpamento), mentre si salvano quelle del capoluogo d'Abruzzo, L'Aquila, e quella di Chieti. Stando alle prime indiscrezioni dovrebbero sparire in Italia circa 64 Enti su un totale di 107. 

I REQUISITI PER L'ACCORPAMENTO - I requisiti richiesti dal decreto per i nuovi Enti sono: almeno 350mila abitanti ed estensione su una superfice territoriale non inferiore ai 2.500 chilometri quadrati. Nei prossimi giorni il Governo inviterà il Cal (Consiglio delle Autonomie locali) per discutere degli accorpamenti. Dopodichè ci sarà un nuovo atto legislativo che delibererà effettivamente la riduzione e l'accorpamento degli Enti

reda inde

sabato 21 luglio 2012, 09:23

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
provinice
tagli
spending
review
chieti
l'aquila
pescara
teramo
governo
monti
soppressione
accorpamento
Cerca nel sito