"Striscia La Notizia" finisce in tribunale per il servizio sulla Asl-Pescara

Il Direttore Generale D'Amario ha dato madato all'ufficio legale per lesione dell'immagine: "L’edificio ripreso non è quello acquistato"

"Striscia La Notizia" finisce in tribunale per il servizio sulla Asl-Pescara

"STRISCA LA NOTIZIA" QUERELATA DALLA ASL. Finisce in tribunale la spedizione pescarese degli inviati Fabio e Mingo di "Striscia La Notizia", il tg satirico di  Canale 5. AI Direttore Generale della Azienda USL di Pescara Dott. Claudio D’Amario non è piaciuto il servizio televisivo, andato in onda mercoledì scorso, sull’acquisto da parte dell’Azienda USL di Pescara dell'immobile di via Rigopiano. "L’edificio ripreso nel servizio - spiega il manager D'Amario - non è quello acquistato dalla ASL". La Asl-Pescara ha intenzione di chiedere i danni per la reputazione, il prestigio ed il decoro personale e professionale che sarebbero stati lesi da Canale 5. Nel mirino anche alcuni articoli apparsi sugli organi di stampa.

Redazione Independent

venerdì 17 aprile 2015, 14:13

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
immobile
via rigopiano
asl pescara
acquisto
striscia la notizie
fabio e mingo
Cerca nel sito

Identity