Spoltore: Diligenti, "La giunta Di Lorito è in ritardo su tutto"

Il consigliere comunale attacca il sindaco e afferma: "Diciamo, esausti, basta alla politica degli annunci-spot"

Spoltore: Diligenti, "La giunta Di Lorito è in ritardo su tutto"

SPOLTORE, ATTACCHI "DILIGENTI" AL SINDACO. Edoardo Diligenti, consigliere comunale di Spoltore, attacca il primo cittadino Luciano Di Lorito criticandolo sul suo operato: “Se si ascolta parlare il sindaco eletto quasi tre anni fa”, afferma, “sembra essersi appena seduto sullo scranno più alto della città. Apprezziamo l’ottimismo, che non guasta mai e che spesso aiuta, ma apprezzeremmo anche un po’ di sano realismo. Di Lorito amministra da quasi tre anni e finora si sono sentiti e visti solo annunci. Dopo quasi tre anni dalle elezioni, dopo aver caricato l’elettorato di promesse e aspettative, è inevitabile che tutti i nodi vengano al pettine; ci sono vari argomenti critici e si nota una certa costante staticità”.

LE SCUOLE E IL PRG. La prima domanda che si pone Diligenti è che fine abbia fatto l’adeguamento sismico previsto per la scuola di Santa Teresa come Centro Operativo Misto con i fondi regionali, dal momento che i lavori sarebbero slittati, a quanto pare, all’anno prossimo. E ancora: "Quando verrà completata la costruzione della nuova scuola dell’infanzia? Ad oggi siamo fermi al primo lotto e deve essere completato ancora il secondo lotto". Diligenti ne ha anche per il PRG: "Che fine ha fatto l’Ufficio del Piano? Come s’intende programmare il territorio per i prossimi anni?".

IL CASO VILLA ACERBO. Per quanto riguarda Villa Acerbo, Diligenti ricorda che Di Lorito e l’assessore Di Felice avevano annunciato l’affidamento di un incarico a un progettista per l’adeguamento sismico della storica Villa, ma "si denota una certa confusione politico-programmatic­a negli stessi che neanche due anni fa mettevano per esteso, sul programma elettorale, la volontà di istituirvi un museo". Capitolo sicurezza: il sindaco, secondo Diligenti, dovrebbe pensare "a cercare un approccio con gli Enti preposti alla sicurezza volto a potenziare la presenza di Forze dell’Ordine sul territorio, come promesso in Campagna elettorale", e non a far installare "telecamere stile Grande Fratello puntate su questa o quella concessione pubblica. I cittadini sono stanchi di queste sterili sfilate propagandistiche".

DI LORITO PRESIDENTE DELLA PROVINCIA? Insomma, secondo Diligenti "la giunta Di Lorito è in ritardo su tutto", e così dall'opposizione si leva un coro: "Diciamo, esausti, basta alla politica degli annunci-spot". Ma c'è di più: "Sembra proprio che il sindaco - insinua Diligenti - voglia trascinarsi in prossimità della fine del mandato per poi far fare qualche lavoretto qui e là per la prossima campagna elettorale, giusto per propaganda". Che questa impressione sia vera o no, pare comunque che Di Lorito sia interessato a passare da Spoltore a Pescara, in quanto intenzionato a fare il presidente della Provincia. Sarà vero? Vedremo.

Giulio Bertocciani

venerdì 29 agosto 2014, 08:09

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
diligenti
spoltore
politica
polemiche
dilorito
Cerca nel sito