"Pioggia di multe sui commercianti". Confesercenti attacca il Comune di Pescara

Il presidente Fava ed il direttore Taucci parlano di stalking: "Altro che riduzione delle tasse". Replica Del Vecchio: "Ma che dicono?"

"Pioggia di multe sui commercianti". Confesercenti attacca il Comune di Pescara

PESCARA, CONFESERCENTI: “PASTICCIO DEL COMUNE SU ZTL, PIOGGIA DI MULTE SUI COMMERCIANTI". «All’improvviso  e senza comunicare nulla alla città, il Comune di Pescara ha cancellato i varchi di accesso che per mesi hanno consentito ai commercianti di via Firenze e via Cesare Battisti di organizzare il carico e scarico delle merci. In queste ore stanno arrivando centinaia di multe a commercianti e corrieri ignari di tutto. Siamo di fronte ad una vera azione di stalking nei confronti della piccola impresa, ed alla inaccettabile volontà di fare cassa sulla pelle di chi lavora». Lo denunciano Raffaele Fava, presidente di Confesercenti Pescara, ed il direttore Gianni Taucci. «Gli orari dei varchi erano stati concordati con le associazioni di categoria proprio per agevolare il lavoro degli esercenti – dicono Fava e Taucci – e per mesi tutto è proceduto liscio anche su via Firenze e via Cesare Battisti. All’improvviso, e senza alcuna comunicazione pubblica, i varchi di via Firenze e via Battisti sono stati rimossi all'insaputa di tutti, in quanto queste strade sarebbero sottoposte ad un regime diverso dalle altre strade. Una decisione mai comunicata alla città, con il risultato – proseguono i due esponenti di Confesercenti – che in queste ore ci sono centinaia, se non migliaia, di commercianti che stanno ricevendo multe a ripetizione per infrazioni di cui non erano neppure a conoscenza. Un’azione assurda, dirigista, da parte di chi probabilmente non ha idea di cosa voglia dire fare i conti con la piccola impresa. Ma a questo punto è indispensabile che il Comune chiarisca questo pasticcio: il sindaco ha il dovere di rimuovere chiunque sia l’autore di questa decisione».

REPLICA DEL VECCHIO: "MA CHE DICONO?". Il vice sindaco di Pescara Enzo Del Vecchio ha risposto per le rime alla nota della Confesercenti sulla presunta revoca dei varchi di accesso a via Firenze e via Battisti. E' destituita di ogni fondamento la notizia secondo cui l'Amministrazione comunale avrebbe chiuso gli accessi ai varchi in via Firenze e via Battisti, diramata a mezzo comunicato stampa dalla Confesercenti di Pescara. Nessun provvedimento dunque, né decisione è stata presa dal Comune all'insaputa della città e delle categorie, diversamente da quanto condiviso e disciplinato in merito alla Ztl e agli orari di carico e scarico, un dettato che risale a diverse amministrazioni addietro. Gli accessi ai varchi sono quelli concordati con le categorie, non riusciamo neanche noi a spiegarci la ragione delle multe lamentate dalla Confesercenti. Non mettiamo in discussione la veridicità delle multe in cui I commercianti sono incappati e che riteniamo essere riconducibili solo ed unicamente ad un malfunzionamento del sistema di rilevazione o a qualsiasi altra anomalia per la quale ci stiamo già occupando appena appresa la notizia dell'accaduto attraverso la comunicazione. In caso di malfunzionamento si provvederà di conseguenza, all'annullamento delle multe. Nessuna azione assurda, né dirigista da parte di questa Amministrazione che ben conosce i problemi della piccola impresa e, come la Confesercenti sa, sta cercando di fare il possibile per agevolare il settore”.


Redazione Independent

martedì 26 aprile 2016, 18:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ztl pescara
confesercenti
multe
comune di pescara
commercianti
via firenze
via battisti
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!