Veleni Bussi. Pene scontate?

Inchiesta sulla mega discarica. Ex vertici Montedison scelgono il rito abbreviato, tocca al Gup decidere

Veleni Bussi. Pene scontate?

VELENI DI BUSSI. IMPUTATI CHIEDONO GIUDIZIO COL RITO ABBREVIATO. Sembra finalmente giunto ai nastri di partenza il maxi processo sulla mega discarica di Bussi, oltre 500mila tonnellate di veleni tossici sotterrati in un terreno vicinissimo alle sorgenti del fiume Pescara, scoperta dalla Forestale nell'estate del 2007. In questa brutta vicenda sono coinvolte 19 persone, quasi tutti ex amministratori e vertici della Montedison, accusati di avvelenamento delle acque. Dopo una serie di stop processuali, provocato dalla derubricazione del reato in adulterazione delle acque che poi la Cassazione ha confermato nella fattispecie più grave, il processo si avvia verso il dibattimento. Oggi i difensori di 14 degli imputati hanno chiesto, al Gup Gianluca Sarandrea, il rito abbreviato condizionato alla perizia tossicologica e uno di loro anche alla audizione di un testimone. In caso di condanna, dunque, gli imputati beneficeranno di uno sconto di pena pari ad 1/3, così come è previsto dal Codice di Procedura Penale. La decisione è attesa per le 15.

Redazione Independent

giovedì 18 aprile 2013, 13:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
veleni
bussi
sarandrea
montedison
avvelenamento
discarica
acque
Cerca nel sito

Identity