Ulivi, l'Abruzzo chiede lo stato di calamità

Raccolto compromesso a causa del clima anomalo e della mosca olearia. Allarme dell'assessore Dino Pepe

Ulivi, l'Abruzzo chiede lo stato di calamità

PROBLEMI PER GLI ULIVI. "Il 2014 è stato un anno drammatico per i produttori di olive e olio extravergine. L'anomalo andamento climatico e l'attacco di mosca olearia hanno compromesso gravemente il raccolto".

L'assessore alle Politiche Agricole della Regione Abruzzo, Dino Pepe, ribadisce "la necessità di avviare una richiesta di aiuto tempestiva per risollevare l'economia delle imprese coinvolte". Una delibera adottata dalla Giunta permetterà di chiedere al Ministero delle Politiche Agricole lo stato di calamità naturale. Effettivamente, molti produttori-fornitori quest'anno sono stati costretti a ricorrere all'olio della scorsa annata in quanto non avevano la possibilità di vendere quello di questa stagione, che è appunto "venuto male".

I Pepati

sabato 10 gennaio 2015, 10:45

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ulivi
olio
attualita
dinopepe
regione
abruzzo
produzione
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano