Uccisa a coltellate in casa

San Salvo. Albina Paganelli, 69 anni, muore dissanguata al termine di un assalto notturno. Fermate due persone

Uccisa a coltellate in casa

SAN SALVO: PENSIONATA UCCISA DA DUE LADRI. Volevano derubarla della pensione o di altro denaro custodito in casa. Sapevano che viveva da sola e che potevano compiere un buon colpo che gli avrebbe fruttato qualche mese di "pace". E' questo , probabilmente, il movente che ha spinto due giovani (un romeno ed un giovane di San Salvo) a fare irruzione, in piena notte, nell'abitazione di Albina Paganelli, 69 anni. Ma qualcosa è andato storto. La donna li ha scoperti ed, probabilmente, anche riconosciuti. Così non c'è stato scampo per lei ed è stata uccisa con una coltellata al fianco scagliata da uno dei malviventi. Era notte. Nessuno a sentito nulla ed i banditi hanno potuto allontanarsi in tutta fretta.

FERMATI DUE TRENTENNI. Per il delitto sono state fermate due persone: si tratta di Vito Pagano, 30 anni, cameriere di San Salvo, ed Kelus Gelu, 31 anni, romeno. Il provvedimento è stato firmato dal procuratore Enrica Medori, che ha anche disposto l'autopsia sul cadavere dell'anziana. I due giovani, interrogati alla presenza dei loro avvocati, hanno respinto ogni addebito. Rischiano fino a 30 anni di carcere per omicidio in concorso. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri della Stazione di San Salvo.

reda inde

mercoledì 15 agosto 2012, 09:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
san salvo
vito pagano
kelus gelu
albina paganelli
coltellata
abitazione
casa
notte
uccisa
banditi
ladri
Cerca nel sito

Identity