Test HIV: cinque buoni motivi per farlo comodamente a casa propria

Diagnosticare il virus il prima possibile è essenziale per poter ricevere le cure in maniera tempestiva. Scopri 5 motivi per eseguire la diagnosi nella riservatezza della propria abitazione

Test HIV: cinque buoni motivi per farlo comodamente a casa propria

TEST HIV: CINQUE BUONI MOTIVI PER FARLO COMODAMENTE A CASA PROPRIA. Non tutti lo sanno, ma già da qualche anno è possibile fare un test HIV direttamente a casa propria. Questo dà la possibilità di evitare i classici passaggi che per molte persone risultano fastidiosi: prima bisogna superare l'imbarazzo con il medico di famiglia per chiedere di prescrive l'analisi, poi c'è il prelievo del sangue, dopodiché è necessario aspettare (ansiosamente) il tempo necessario che il laboratorio esegua il test e infine si va a ritirare il risultato. Ed è proprio a causa di questo iter che una buona percentuale di persone non si convince a fare questo esame, pur se così importante.

 

Diagnosticare tempestivamente il virus dell'immunodeficienza umana è invece essenziale per poter ricevere un trattamento il più presto possibile, per cercare di evitare che si tramuti in AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita) e per ridurre il rischio di trasmissione ad altre persone.

1          5 motivi per fare il test HIV a casa

Benché uno dei motivi principali di trasmissione del virus HIV sia lo scambio di siringhe tra i sieropositivi, ci sono molti contagi anche di origine sessuale. Per quanto possa sembrare strano infatti, sono ancora moltissime le persone che tutt'oggi hanno rapporti intimi senza usare il preservativo.

Soprattutto tra i giovani, l'importanza dell'uso del condom è spesso sottovalutata, nonostante l'alto rischio di contrarre malattie infettive. Per questo tutte le persone che nella vita hanno avuto situazioni a rischio dovrebbero fare un test HIV. E farlo a casa è la soluzione ideale per tutte le età e situazioni, soprattutto per le ragioni che vi illustriamo qui sotto.

1             1) Non è necessario dare spiegazioni a nessuno

Non c'è niente di cui vergognarsi, il test HIV è un esame che deve essere fatto senza alcun timore perché è un gesto di responsabilità verso se stessi e verso il prossimo. Sicuramente però ci sono situazioni in cui non ci si sente a proprio agio nel parlare di particolari molto personali e, almeno inizialmente, si preferirebbe trovare una via diversa dall'iter di cui parlavamo qui sopra.

Da quando è possibile fare il test HIV a casa, non è necessario passare dal proprio medico di famiglia per sapere se si è contratto il virus e questo dà una certa libertà a chiunque di poter verificare il proprio stato di salute.

2             2) Il test HIV fatto a casa è più discreto

Non è necessario far sapere a tutti che stiamo eseguendo un'analisi per l'HIV. Le ragioni sono molteplici, ma principalmente si parla di qualcosa di intimo e strettamente personale e non a tutti piace sbandierare ai quattro venti le proprie abitudini o preferenze sessuali.

Questo tipo di test arriva solitamente a casa in forma anonima, non è necessario andare in farmacia a ritirarlo e non serve la richiesta di un medico.

3             3) È semplicissimo da eseguire e il risultato è istantaneo

I test per l'autodiagnosi del virus HIV che si trovano sul mercato sono simili a quelli utilizzati per i diabetici. Sono semplici e la risposta è quasi istantanea. Alcuni sono più attendibili di altri e anche più rapidi. In generale un kit di analisi casalingo come per esempio il test HIV INSTI si esegue in tre passaggi:

  • si punge il polpastrello (generalmente del pollice) con l'ago in dotazione al kit per raccogliere una goccia di sangue;
  • si versa il sangue in un'apposita provetta e si agita bene;http://www.testhivcasa.com/
  • si aggiungono i reagenti uno alla volta e in pochi secondi/minuti è possibile leggere il risultato.

4             4) È sicuro e attendibile

Il test, se eseguito secondo le indicazioni e se certificato secondo le normative della Commissione Europea (CE), è affidabile e attendibile. Quando il risultato è negativo vuol dire che non si è infetti dal virus HIV, mentre se è positivo, è necessario recarsi dal proprio medico per parlare di come precedere secondo il normale iter terapeutico.

È bene sottolineare un importante consiglio: nel caso in cui il virus sia stato contratto da meno di 8 settimane, il risultato potrebbe dare un falso negativo. Sarebbe sempre opportuno aspettare almeno questo periodo dal sospetto contagio prima di eseguire il test HIV a casa.

5             5) Niente più incubi per nessuno

In un mondo perfetto non ci sarebbero incubi come quello di ammalarsi di qualcosa di terribile come l'AIDS. Purtroppo però le persone che, consapevolmente o meno, possono contagiarci, sono numerose e il pericolo è dietro l'angolo. Fortunatamente non sempre il virus HIV si tramuta in AIDS, ma la tempestività nel diagnosticarlo in tempo è fondamentale.

Quindi è indispensabile fare un'analisi del sangue per sapere se si è contratto il virus e oggi che si ha la possibilità di farlo nella comodità e riservatezza di casa, non ci sono veramente più scuse. Niente più incubi per malanni scoperti quando i danni si sono ormai manifestati!

2          In conclusione

Oggi più che mai l'indifferenza verso qualcosa di così importante non è più ammessa. Non eseguire un test HIV per sapere se si è contratto o meno il virus è, oltre che sciocco, pericoloso per se stessi e per chi ci circonda.

Se prima ci potevano essere alcuni impedimenti nell'eseguire questo esame, oggi basta fare un semplice ordine online per ricevere un affidabile test HIV da svolgere nella comodità e privacy di casa propria.

Redazione Independent

lunedì 26 marzo 2018, 15:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
test hiv
hiv casa
analisi
diagnosi
test hiv casa
aids
casa
Cerca nel sito