Solidarietà a PrimaDaNoi.it

Il giudice di Ortona condanna la testata per violazione della privacy. E il diritto di cronaca?

Solidarietà a PrimaDaNoi.it

CONDANNATO PRIMADANOI.IT PER VIOLAZIONE DELLA PRIVACY L’UNCI Abruzzo e la redazione di Abruzzo Independent esprimomo solidarietà ai colleghi della redazione del quotidiano on-line “PrimaDaNoi.it” ed al suo direttore responsabile Alessandro Biancardi per la sentenza del giudice di Ortona, che condanna la testata al pagamento di circa 17.000 euro per violazione della privacy per aver mantenuto nell’archivio digitale una notizia riguardante una vicenda di cronaca a distanza di diversi anni dai fatti.

LA SENTENZA DEL GIUDICE. La sentenza del giudice, secondo il quale “il persistere del trattamento dei dati personali ha determinato una lesione del diritto dei ricorrenti alla riservatezza e alla reputazione”, stabilisce la preminenza della privacy sul diritto dei cittadini ad essere informati, anche in caso di vicende già note. Il provvedimento - si tratta della seconda sentenza analoga emessa dal Tribunale di Ortona nei confronti di PrimaDaNoi.it - pone una grave limitazione all’esercizio del diritto di cronaca e interrogativi sulla mancanza di una normativa completa sul giornalismo on-line.

LA REDAZIONE E' IN SCIOPERO. La redazione del quotidiano ha proclamato uno sciopero a tempo indeterminato e sottolinea come il rischio chiusura sia “piu' che concreto”. L’auspicio è che PrimaDaNoi.it possa continuare quotidianamente a garantire la sua presenza come voce libera dell’informazione abruzzese.

twitter@subdirettore

 

mercoledì 16 gennaio 2013, 16:34

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
prima da noi
alessandro biancardi
condanna
privacy
ortona
oblio
cronaca
diritto
Cerca nel sito