Sfortunata gara dei neroverdi che a Fermo perdono 2-1

Questa prima sconfitta dei teatini allo stadio Recchioni delude le aspettative dei tifosi che speravano in maggiore coraggio da parte del tecnico Ronci

Sfortunata gara dei neroverdi che a Fermo perdono 2-1

SFORTUNATA GARA DEI NEROVERDI CHE A FERMO PERDONO PER 2-1. Questa prima sconfitta dei teatini allo stadio Recchioni di Fermo, in buona parte dovuta alla sfortuna, delude le aspettative dei tifosi che speravano in un Chieti a trazione anteriore. Ma la formazione di casa era tutt'altro che in crisi. Infatti i marchigiani hanno mostrato di aver ben metabolizzato i due pareggi ottenuti nelle prime giornate del campionato disputando una buona partita. Il pareggio ci stava tutto: Infatti se nel primo tempo gli uomini di Ronci hanno sofferto, nel secondo tempo si sono riscattati assediando l'area dei padroni di casa. Delle altre formazioni abruzzesi solo l'Avezzano ha vinto battendo per 4-3 l'Olympia Agnonese. Il Giulianova è stato sconfitto in casa dall'Isernia per 2-1. Le altre due hanno pareggiato fuori casa: il San Nicolò 1-1 a Castelfidardo e l'Amiternina 3-3 a Matelica. Nel prossimo turno il Chieti affronterà all'Angelini l'Avezzano che ha raggiunto i neroverdi in classifica a 4 punti.


PRIMO TEMPO. Nella prima frazione di gioco la Fermana ha dominato la gara in lungo e in largo costringendo gli abruzzesi ad una difesa affannosa. L'estremo difensore Diouf ha dovuto superarsi per sventare gli attacchi che Cremona e Doriano hanno sferrato nella prima mezz'ora. Subito dopo i neroverdi si affacciano dalle parti di Olczak con Suriano che con un perentorio stacco di testa manda la palla a sfiorare la porta avversaria. La pressione dei canarini al 38° si concretizza in rete portando in vantaggio la Fermana con Degano che prima si libera di un avversario, poi entra in area dalla corsia destra e segna la rete dell'1-0 con un secco fendente .


SECONDO TEMPO. Il Chieti che entra in campo nel secondo tempo è una squadra completamente diversa da quella vista nel primo. Dopo ripetute incursioni nell'area marchigiana, al 29° il legno della traversa ribatte la bella conclusione di Suriano. Passano alcuni minuti e Dos Santos firma la rete del meritato pareggio con un preciso tiro dal limite. Purtroppo però, proprio quando gli abruzzesi pensavano di poter far propria la gara, arriva la doccia fredda del raddoppio dei canarini. Al 33° Degano batte un calcio di punizione dalla lunga distanza che s'insacca in alle spalle di Diouf che nulla può per un'inaspettata quanto fortunosa deviazione della palla.

TABELLINO: FERMANA 2 CHIETI 1


Fermana (4-3-3): Olczak, Terrenzio, Passalacqua, Ferrini (30°st Valdes), Comotti, Misin, Traini (15°st Cesselon), Omiccioli, Cremona (16°st Tascini), Degano, Iotti. A disp: Salvatori, Belleggi, Ficola, Gregonelli, Sene, Vitali. Allenatore: Iaconi

Chieti (4-3-3): Diouf, Del Grosso, Nairo (Lima Cresto), De Quieiroz Macedo (8°st Esposito), Sbardella, Scintu, De Clemente (8°st Riccucci), Varone, Dos Santos, Suriano, Zanetti, A disp: Fatone, Vitale, Gallo, Navarro, Diop, Di Rosa. Allenatore: Ronci.
Arbitro: Meocci di Siena.

Redazione Sport

mercoledì 16 settembre 2015, 20:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fermana chieti
tabellino
pegelle
sconfitta
primo tempo
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano