Questioni di Aca

Il Pd attacca la gestione dell'Azienda Acquedottistica. Replica Antonelli: «Sono 20 anni che gestiscono loro»

Questioni di Aca

POLEMICA SULL\'ACA. ANTONELLI RISPONDE A CASCIANO. «l segretario cittadino del Pd Casciano è atterrato sulla terra e finalmente si è accorto, anche lui, che l’attuale gestione dell’Aca fa acqua da tutte le parti e non può continuare a operare. Peccato che quella gestione sia da quasi vent’anni nelle mani del Pd, ovvero del partito dello stesso Casciano». Lo ha detto l’assessore alle Società Partecipate Marcello Antonelli in merito all’intervento del segretario Pd Casciano contro l’Aca.

CASCIANO SU EMERGENZA IDRICA PROVINCIA DI PESCARA. «Non è la prima volta che ci ritroviamo a dover fronteggiare simili emergenze, forse anche più gravi, come accadde durante le forti nevicate dello scorso anno, e ci aspettavamo che i vertici Aca avessero imparato la lezione, ovvero che la manutenzione è un dovere primario per chi si occupa di gestire il servizio idrico dei Comuni. Invece, ancora una volta bisogna correre ai ripari, perché, probabilmente, non si è sostituita per tempo un’adduttrice vecchia e decadente, o perché nessuno l’ha tenuta sotto controllo in questi mesi. Eppure, il costo delle bollette dell’acqua è aumentato e i dirigenti Aca continuano a prendere lauti stipendi. È ora di prendere coscienza che carrozzoni come quelli che guidano questa società partecipata non possono più essere sostenuti dalla politica in maniera incondizionata, ovvero senza tener conto del  reale valore del servizio che offrono alla collettività». Queste le parole del segretario cittadino del Pd, Stefano Casciano, che avevano fatto arrabbiare l'assessore della Giunta Mascia.


Redazione Independent                   

sabato 23 marzo 2013, 20:13

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
antonelli
acqua
emergenza
bollette
casciano
Cerca nel sito