Paga il caffè coi soldi falsi

Mosciano Sant'Angelo - Cinquantenne di Penne col vizio della spendita di banconote false. Arrestato dai carabinieri

Paga il caffè coi soldi falsi

SPENDITA DI BANCONOTE FALSE - Il militari del Nucleo Radiomobile di Giulianova di Giulianova nella serata di ieri 16 maggio 2012 hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate Gino Violante, 51enne di Penne, già noto per fatti di giustizia.

FACCIA GIA' NOTA - Avendo avuto notizia che il Violante poteva avere del denaro contraffatto e conoscendo l’autovettura con la quale spesso si recava aGiulianova e zone limitrofe, alle ore 20 circa di ieri, è scattato il blitz. La macchina del Violante era parcheggiata vicino un Bar nella località Convento a Mosciano Sant’Angelo. Mentre l’uomo si accingeva a pagare la consumazione sono intervenuti i Carabinieri. Sentendosi in trappola il Violante ha prima strappato le banconote e poi le ha messe in bocca per tentare di ingoiarle. Erano 5 banconote da 20 euro e i da 50 euro: tutte palesemente contraffatte.

ARRESTO IN ATTESA DI CONVALIDA - L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto nella camera di sicurezza di questo Comando in attesa dell’udienza di convalida fissata verosimilmente per la giornata odierna.

giovedì 17 maggio 2012, 13:30

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
soldi
falsi
giulianova
gino violante
penne
carabinieri
ingoiarle
bar
mosciano sant'angelo
debaro
banconote
consumazione
Cerca nel sito