'Ndrangheta anche in Abruzzo. Sequestri patrimoniali ad imprenditore dell'olio

La criminalità organizzata più potente al mondo ha interessi nella nostra regione. Alle 10:30 Conferenza stampa della Dia di Reggio Calabria

'Ndrangheta anche in Abruzzo. Sequestri patrimoniali ad imprenditore dell'olio

'NDRANGHETA E BUSINESS DELL'OLIO: SEQUESTRI ANCHE IN ABRUZZO. Una maxi confisca di beni da 324 milioni di euro è in corso di esecuzione, da parte del personale della Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria, nei confronti di un imprenditore del settore oleario con interessi anche nei comparti alberghiero, immobiliare e dei servizi in Calabria (in particolare nella piana di Gioia Tauro e nella provincia di Catanzaro), ma anche in Abruzzo e in Toscana.

MAXI CONFISCA DA 324 MILIONI. L'intero capitale sottoposto a confisca, stimato in oltre 324 milioni di euro, è costituito dal patrimonio aziendale e societario di numerose società, immobili, autoveicoli e rapporti finanziari. Maggiori dettagli saranno forniti durante una conferenza stampa che si terrà, alle 10.30 presso il Centro operativo della Dia di Reggio Calabria, a cui parteciperà anche il procuratore della Repubblica Federico Cafiero de Raho.

Redazione Independent

mercoledì 01 giugno 2016, 09:22

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
abruzzo
ndrangheta
imprenditore
settore oleario
notizie
olio
cronaca
Cerca nel sito