Maxi scarico a Spoltore, due denunce dalla Guardia Costiera

Individuati reflui nel fiume per una condotta intasata nella zona di Villa Raspa. Nei guai due persone per getto pericoloso di cose e inquinamento ambientale

Maxi scarico a Spoltore, due denunce dalla Guardia Costiera

UNO SCARICO ABUSIVO. La Guardia Costiera di Pescara ha individuato uno scarico diretto fognario, di grossa portata, in zona Villa Raspa di Spoltore. Eseguiti i campionamenti sui reflui, che finivano direttamente nel fiume senza essere convogliati al depuratore, sono stati accertati valori di escherichia coli pari a 34 milioni, a fronte di un valore massimo consigliato non superiore a cinquemila. La presenza dello scarico è stata segnalata all'autorità giudiziaria.

IL FATTO. Lo scarico è stato individuato durante il sorvolo di un tratto del Fiume Pescara da parte di un elicottero della Guardia Costiera che ha rilevato, attraverso un sistema di scansione all'infrarosso del territorio e delle acque, un'anomalia termica tra i reflui provenienti da un collettore di scarico e il Fosso del Seminario, corpo idrico ricettore, quest'ultimo direttamente convogliato sul fiume Pescara. Denunciate due persone per getto pericoloso di cose e inquinamento ambientale.

La sentinella ambientale

mercoledì 23 marzo 2016, 21:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
scarico
abusivo
spoltore
ambiente
denunce
inquinamento
Cerca nel sito

Identity