Giulianova: sindaco e assessori si tagliano lo stipendio

I soldi risparmiati andranno a costituire un fondo di solidarietà per i cittadini meno abbienti. Si parte con 57.000 euro fino a dicembre di quest'anno

Giulianova: sindaco e assessori si tagliano lo stipendio

MASTROMAURO & CO. SI TAGLIANO LO STIPENDIO. Meta' dello stipendio del sindaco di Giulianova e dei suoi sei assessori andranno a costituire un fondo di solidarieta' per i cittadini meno abbienti: la suddivisione in 'buoni' da 300 euro sara' decisa in base a un bando in cui uno dei principali requisiti sara' quello dell'assenza di condanne penali, anche solo di primo grado.

57.000 EURO. L'iniziativa, tradotta in denaro, e' di 57mila euro per il periodo giugno-dicembre di quest'anno, che nel 2015 salira' a 70mila e con cadenza semestrale. Di questa somma, 7mila andranno alle spese correnti di chi ha bisogno di pagare bollette delle utenze domestiche, i restanti 50 mila euro nel fondo il cui accesso sara' regolato da un bando, di cui  lo stesso sindaco Francesco Mastromauro ha indicato i termini.

LE DOMANDE. Le domande saranno ammesse fino al prossimo 21 novembre e i requisiti saranno la residenza anagrafica a Giulianova, un reddito famigliare (Isee) inferiore a seimila euro all'anno, la disoccupazione, la presenza di una famiglia con tre o piu' figli e l'irreprensibilita' sociale sotto il profilo delle condanne.

"NO AI SUSSIDI SEMPRE AGLI STESSI". "Un limite - ha spiegato il sindaco - che eviti di assegnare sussidi sempre alle stesse persone e che dovrebbe regolare anche i criteri di assegnazione delle case popolari, che da tempo chiediamo alla Regione di modificare", con chiara allusione alle famiglie rom.

Gli Indipendenti

martedì 28 ottobre 2014, 13:29

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
giulianova
mastromauro
sindaco
assessori
tagli
stipendio
politica
Cerca nel sito