Alessandrini su sparatoria a Milano: "Una violenza bestiale"

Il primo cittadino di Pescara è molto legato al capoluogo meneghino. Nel 1979 venne ucciso suo padre da un commando di Prima Linea

Alessandrini su sparatoria a Milano: "Una violenza bestiale"

ALESSANDRINI SUI FATTI DI MILANO: "LA VIOLENZA BESTIALE E' NELLE NOSTRE VITE". “Esprimo a nome della città vicinanza non solo ai parenti delle persone morte stamane all'interno del Palazzo di Giustizia di Milano, ma anche alla comunità giudiziaria milanese tutta, che è stata colpita gravemente da quanto accaduto. Mi tocca anche il fatto che a mia memoria sono il giudice Guido Galli e l'avvocato Giorgio Ambrosoli oltre trent'anni fa le “ultime” vittime di questo mondo. Oggi la violenza bestiale è ritornata nelle nostre vite". Queste le commosse parole del primo cittadino di Pescara Marco Alessandrini che è molto legato al capouogo meneghino dove, nel 1979, venne ucciso suo padre, il magistrato Emilio Alessandrini.

Il sindaco di Pescara, che è amico di Giuliano Pisapia, si interroga sul come sia stato possibile che la persona che ha sparato sia entrata in tribunale armato. "E' un dato che pone problemi al sistema sicurezza - sottolinea Alessandrini - soprattutto mentre la città di Milano si prepara ad accogliere una manifestazione internazionale qual è l'Expo”.

Redazione Independent

giovedì 09 aprile 2015, 15:49

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
milano
sparatoria
tribunale
alessandrini
emilio
marco
pescara
prima linea
Cerca nel sito