Abruzzo Open Day Winter 2016. Non sarà il solito inverno

Oltre 200 eventi ed esperienze in una settimana per raccontare l’inverno autentico. Appuntamento dal 26 ottobre al 2 novembre

Abruzzo Open Day Winter 2016. Non sarà il solito inverno

DAL 26 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE VA IN SCENA L’ABRUZZO OPEN WINTER. Un’iniziativa di promozione e accoglienza turistica mai tentata prima in Italia su scala regionale. Un grande esempio di azione sistemica in cui tutto il settore turistico regionale si è messo in moto per offrire le esperienze più evocative e autentiche che il territorio abruzzese è in grado di esprimere durante l’anno. Un’importante occasione per concentrare la narrazione dell’Abruzzo nello spazio di pochi giorni, come in una sorta di trailer, per suscitare nei turisti emozioni e stimolare il ritorno per una vacanza più lunga.

Questo e molto di più è Abruzzo Open Day che dal 26 ottobre al 2 novembre andrà in scena con l’Edizione Winter, con un intenso e ricco calendario di appuntamenti, eventi e percorsi esperienziali a misura di territorio e dai tanti risvolti, che è stato illustrato in conferenza stampa questa mattina a Pescara.

Grazie all’impegno e alla collaborazione delle DMC e della PMC, ma anche dei Parchi, degli Enti locali e di tutti gli operatori turistici e culturali coinvolti, sono oltre 200 gli eventi e le esperienze che animeranno per la prima volta la nostra regione in maniera coordinata.

La formula innovativa di Abruzzo Open Day prevede non solo la contemporaneità di tanti eventi, ma anche la varietà delle esperienze che condurranno i visitatori di tutte le età a scoprire nuovi itinerari della naturadel gustodella culturadell’arte e dello sport.

Un’operazione che ha una sua unicità e che punta al massimo sul turismo emozionale ed esperienziale, con eventi ben distribuiti in tutto il territorio abruzzese, che vanno dall’alta montagna ai parchi, dai borghi alla costa e che sono suddivisi in avventureesperienze ed entertainment.

Tra le avventure è possibile vivere esperienze di “vacanza attiva” con una forte attenzione alla sostenibilità: percorsi cicloturistici guidati, nord walking, trekking, rafting, canoening, arrampicata sportiva, laboratori di orienteering, birdwatching, safari fotografici, visite speleologiche guidate, fino ai viaggi lungo la storica ferrovia Transiberiana d’Italia.

Tra le esperienze, spiccano le rievocazioni storiche, i teatri di strada, le degustazioni, i gourmet tours e i laboratori gastronomici, le antiche arti come la falconeria e la pesca antica, le cene storiche. E poi un forte focus sui ragazzi con eventi a loro dedicati: manifestazioni legate al mondo delle favole e al fantasy, la giostra dei cavalieri bambini con l’investitura di 200 nuovi cavalieri d’Abruzzo, family festival, laboratori creativi, attività ludico-sportive.

Per l’entertainment sono previsti spettacoli teatrali e musicali, festival della danza, della cultura e dell’arte, raduni, pellegrinaggi, mercatini e workshop. Agli appuntamenti proposti dal territorio, le DMC affiancheranno più di 100 attività di animazione ed esperienziali di vario genere, tutte nell’ottica del turismo slow.

Il grande patrimonio di archeologia e arte custodito nei Musei nazionali d’Abruzzo è accessibile con aperture prolungate – 7 giorni su 7 – e con l’ingresso al costo simbolico di 1 euro. L’Associazione Movimento Turismo del Vino Abruzzo propone il classico appuntamento enoturistico del periodo di San Martino, aprendo le porte di 13 cantine nelle province di Chieti, Pescara e Teramo per visite gratuite e degustazioni speciali dei migliori vini locali.

Attraverso un sistema di prenotazione online, nei giorni di Abruzzo Open Day Winter si può soggiornare nelle strutture convenzionate a costi molto contenuti e usufruendo di pacchetti promozionali (un pernottamento gratis ogni due giorni di permanenza e due notti gratis ogni sei) mentre per i bambini da 0 a 12 anni il soggiorno è interamente gratuito, così come l’accesso agli eventi in programma.

«Con questo grande evento abbiamo sostenuto, in maniera unitaria, la promozione di centinaia di iniziative volte a una nuova narrazione dell'Abruzzo – ha commentato Francesco Di Filippo, dirigente del servizio politiche turistiche della Regione Abruzzo e coordinatore di Abruzzo Open Day –vogliamo far si che il turista sia spinto a tornare per vivere una vacanza più lunga. Tutte le esperienze puntano a esaltare le tipicità del territorio. Le oltre 200 attività sono state raccordate in 7 macro categorie: History & Folk, Rural Camps, Tasty & Good, Wild & Park, Smart & Sports, Culture & Arts, Fantasy & Kids».

Nell’introdurre il programma dell’edizione Winter, Giancarlo Zappacosta, direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e paesaggio della Regione Abruzzo ha evidenziato come l’Abruzzo, per la prima volta, diventi una vetrina delle proprie eccellenze «Stiamo dando vita a un’operazione che ha una sua unicità e che punta al massimo sul turismo emozionale ed esperienzialeCon questa operazione abbiamo esaltato, valorizzato e concretizzato il ruolo delle DMC e PMC quali soggetti intermedi della programmazione regionale e veri “coordinatori” dei territori di riferimento, con un’azione che ci proietta sulla via obbligata della “rete” e della collaborazione sistemica tra gli operatori  con il soggetto pubblico. Stiamo realizzando e sostenendo centinaia di eventi ed esperienze per la prima volta nella nostra regione in maniera coordinata; li stiamo pubblicizzando unitariamente su scala locale e nazionale e registriamo in anticipo già diversi “sold out”. Attraverso un moderno sistema di monitoraggio di web analisys e web sentiment avremo riscontri “in tempo reale” dei commenti e dei giudizi dei turisti, sulle destinazioni, sugli eventi, sulle esperienze, sulle strutture ricettive e sui siti visitati, dotando la Regione di un valido strumento non solo di valutazione, ma anche di verifica delle preferenze e delle aspettative del turista. Sono sicuro che ci sarà una rincorsa straordinaria per poter vivere tutti gli eventi in programma. Già a partire dal  4 novembre, a conclusione di Abruzzo Open Day Winter, inizieremo a lavorare per l’edizione Summer, puntando molto su eventi legati al Turismo Slow».

Cristina Gerardis, Direttore generale della Regione Abruzzo, ha sottolineato come per il progetto Abruzzo Open Day si sia puntato moltissimo sulla comunicazione. «Abbiamo stanziato 660 mila euro per la campagna di comunicazione che, oltre ai canali tradizionali (stampa, spot e affissioni), ha scelto di puntare molto su web e social. Proprio da questi canali abbiamo riscontrato, specie nelle ultime settimane, un  grande interesse: in meno di venti giorni abbiamo avuto un numero altissimo di accessi al sito www.opendayabruzzo.it con quasi 29mila visite, di cui l’80% risultano essere nuovi visitatori. Abbiamo rilevato un numero elevatissimo di accessi anche sulla pagina Facebook  Visit Abruzzo, con numeri in crescita esponenziale proprio per le caratteristiche della comunicazione social. Abruzzo Open Day vuole essere una scossa elettrica per la promozione del turismo abruzzese».

Nelle scorse settimane è partita un’intensa attività di comunicazione su scala locale e nazionale sui media delle aree Metropolitane di Milano, Roma e Bologna e nelle regioni del Centro Sud Italia. La campagna di Abruzzo Open Day Winter è presente su 3.453 monitor delle metropolitane e bus di Milano, Roma e Brescia, su 191 monitor dell’intera rete autostradale italiana (1.600 spot), su 281 schermi dei principali 13 aeroporti italiani (1.600 spot) e su maxi impianti su Roma. Sono in programmazione 1.200 spot televisivi su 12 emittenti regionali di Abruzzo, Puglia, Campania, Lazio, Umbria e Marche. Sono stati programmati editoriali e inserzioni pubblicitarie su importanti quotidiani locali e nazionali. È stata inoltre avviata un’importante azione promozionale sul web e sui canali social e sono state attivate media partnership con aziende leader mondiali del web quali, tra gli altri Google, Facebook e Tripadvisor.

A illustrare i tanti eventi in calendario, Claudio Ucci in rappresentanza delle DMC abruzzesi. «In occasione di Abruzzo Open Day, abbiamo lanciato il nuovo sistema unico delle prenotazioni che conta circa duecento alberghi, dislocati su tutto il territorio regionale, 2mila camere e 8mila posti letto. Con Abruzzo Open Day abbiamo reso i parchi più turistici, portato il teatro nei borghi, portato alla luce le nostre realtà sotterranee, riattivato treni storici che da oggi dovranno iniziare a ricevere più attenzione e essere attivi tutto l’anno. Vogliamo stimolare molto anche gli abruzzesi a visitare la propria regione. Inoltre, saranno previste tante iniziative per i più piccoli: a Sulmona, con la “Giostra cavalleresca dei bambini”, a Cerrano con il “Cerrano Family Festival”, a Lanciano con “Frentania Jones”. Ci saranno tanti eventi legati al gusto, come “Turisti per gusto” nella Val Vibrata, con visite alle cantine e a oleifici, “Prodotto topico” per sostenere le tipicità dei nostri piatti, con l'inaugurazione del suo master, “Paranza Parade party” nel Vastese con la celebrazione della pesca con la sciabica e molto altro. Le iniziative sono tantissime e consigliamo di visitare il portale per vedere il programma completo».

Redazione Independent

 

lunedì 24 ottobre 2016, 18:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
abruzzo open day winter
calendario
26 ottobre
programma
notizie
abruzzo
eventi
Cerca nel sito