Wolf Bike Tour, conto alla rovescia per sportivi e appassionati

Gli splendidi itinerari del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e del Parco nazionale della Maiella faranno da cornice alla competizione

Wolf Bike Tour, conto alla rovescia per sportivi e appassionati

SABATO 6 SETTEMBRE LA 1^EDIZIONE DELL'EDISON WOLF BIKE TOUR.E' iniziato il conto alla rovescia per l'Edison Wolf bike tour, evento che caratterizzerà il primo week end di settembre. Sabato 6 settembre e domenica 7 settembre si svolgeranno due tour, uno di 70 chilometri ed il secondo di 140 per attraversare sulle due ruote il Parco nazionale della Maiella e quello di Abruzzo, Lazio e Molise.

Il grande valore di turismo ambientale della manifestazione è stato colto prontamente dalla società Edison, che ha già sponsorizzato il Cyclopride day a Milano, inventato e supportato dal lavoro organizzativo e di comunicazione del sulmonese Ercole Giammarco, già da oltre venti anni emigrato a Milano. Con questa sponsorizzazione per il Wolf bike tour la società energetica conferma il proprio legame con le comunità locali nelle quali opera e la volontà di restare in contatto con il territorio, anche attraverso eventi sportivi. Edison crede nello sport come strumento di generazione di energia positiva e catalizzatore di valori in grado di attivare processi virtuosi di sviluppo sociale. Partner dell'evento, con Edison, sono la Provincia dell'Aquila, il Comune di Sulmona, la Fondazione Cassa di risparmio della Provincia dell'Aquila e gli enti Pnalm e Parco nazionale della Maiella.

"La bicicletta, da sempre emblema di sostenibilità, diventa il tramite per promuovere la cultura del rispetto dell’ambiente nella vita quotidiana” sottolinea Edison. Quello delle due giornate dell'Edison Wolf bike tour è un format del tutto nuovo in Italia: un raid riservato a ciclisti esperti, ma privato di ogni aspetto agonistico. Si pedalerà per godere del paesaggio, della natura selvaggia, della storia e dell'arte di paesi incastonati fra le montagne dell'Abruzzo, la regione più verde d'Europa. Si arriva quando si arriva, con l'aiuto di punti di ristoro, dove saranno offerti arrosticini e pecorino, invece di barrette energetiche ed un buon bicchiere di Montepulciano al posto di una bevanda isogonica. Al rientro di ciascuno dei due giri, la sera si cenerà in piazza con prodotti tipici: minestra di pasta e fagioli, salami, formaggi, pane casereccio, dolci e vino.

Sabato 6 si partirà dalla Badia Morronese, sede del parco nazionale della Majella alle 8.00 per percorrere 70 km lungo le falde della Majella, con 800 metri di dislivello. Domenica 7 si salirà in sella alle 8,00 da Piazza Garibaldi, a Sulmona, per un tour di 145 km attraverso il Parco Nazionale d'Abruzzo con 2500 metri complessivi di dislivello. Ci si iscrive direttamente dal sito www.wolfbiketour.it o la mattina stessa nei village di partenza. L'iscrizione ad un solo giro costa 25 euro, ad entrambi 40 euro. In tutti e due i casi il prezzo comprende la sacca gara, che conterrà prelibatezze locali, le degustazioni nei punti di ristoro durante le soste del tour, la cena in piazza a Sulmona la sera. Per tutti gli iscritti al tour e i loro accompagnatori è prevista anche una convenzione con ristoranti e alberghi della zona. Il progetto, oltre che dall'iniziativa di Ercole Giammarco, nasce dal lavoro di ricerca di Tommaso Paolini, docente di Economia del Turismo presso l’Università dell’Aquila, che ha identificato in un suo studio proprio in quelle zone alcune fra le strade migliori d’Italia per praticare cicloturismo (poco frequentate da mezzi a motore, fra grandi paesaggi, borghi d’arte, tradizioni enogastronomiche di eccellenza).

“Il turismo può rappresentare lo strumento idoneo ed efficace per cercare di riprendere la strada virtuosa della crescita da troppo tempo smarrita – ha rilevato Paolini - tra le diverse tipologie quella del turismo-natura costituisce per il nostro territorio, così ricco di riserve, parchi e oasi naturali, la tipologia più conveniente sulla quale puntare per per raggiungere uno sviluppo endogeno. Solo i percorsi naturalistici in bici vedono 16 milioni di appassionati, provenienti da ogni parte del globo, in Italia, che creano un indotto di oltre 2 miliardi di euro. Noi possiamo intercettarne una fetta più o meno grande. L'Edison Wolf Bike Tour mira a questo. Oggi quando si gode una vacanza si vuole fare attività sportiva per mantenersi in forma se già lo si è o per riacquistarla se la si è persa o se la forma si è appassita. La vacanza attiva è la vacanza che la gran parte dei turisti vuole godere. Tra le attività sportive richieste durante la vacanza attiva, il biking rappresenta quella più praticata”.

A proposito dell'imminente evento il vice sindaco e assessore al Turismo e allo Sport, Luciano Marinucci, ha sottolineato che “l'Edison Wolf bike tour rappresenta un momento importante di sintesi tra turismo e sport, particolarmente appropriato per il territorio del Centro Abruzzo, che gode di risorse ambientali straordinarie da valorizzare anche con incontri sportivi, come quello proposto dalla società energetica e dai nostri concittadini Ercole Giammarco e Tommaso Paolini”.

Alfio Merolli

lunedì 01 settembre 2014, 14:45

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
wolf bike tour
sabato
sulmona
notizie
edison
perscorso
Cerca nel sito