Violata da ignoti la chiesa di San Luca. La denuncia del Vescovo

La chiesa di Largo Melatini a Teramo, era sta data in uso alla Comunità Ortodossa Romena e curata da p. Laurentiu Costache

Violata da ignoti la chiesa di San Luca. La denuncia del Vescovo

VIOLATA DA IGNOTI LA CHIESA DI “S. LUCA”. Sabato 30 agosto, alle ore 10.00 il sacerdote don Paolo Di Mattia, parroco della Parrocchia Sant’Antonio in Teramo, nel cui territorio si trova la piccola chiesa di “San Luca” (Largo Melatini), ha fatto presente al Vescovo di Teramo, Michele Seccia, che, venerdì 29 agosto, nelle prime ore del pomeriggio, ignoti sono entrati nella chiesa di San Luca (abitualmente aperta dal mattino alla sera) ed hanno portato fuori della Chiesa quanto in essa si trovava, lasciando il tutto sulla pubblica via.

Il parroco della comunità romena, P. Laurentiu Costache, convocato dal Vescovo, ha manifestato il suo rammarico per quanto accaduto senza però essere in grado di dare spiegazione dell’accaduto.

Dal racconto di alcuni testimoni sembrerebbe che, già verso le 12.30, passando davanti alla Chiesa di san Luca mentre si recava al lavoro, sono stati notato tutte le suppellettili della chiesa (sedie, armadi, tavolini, una busta con le ostie, il crocifisso grande, …) sulla pubblica via in modo disordinato.

Solo verso le ore 17.30 – 18.00 un giovane parrocchiano, sopraggiunto con la sua auto, dopo aver contattato p. Laurentiu, ha potuto prelevare gli oggetti di culto, l’armadio contenente la Sacra Scrittura, gli arredi e i libri liturgici, ed altri oggetti della comunità ortodossa romena, per portarli al sicuro a casa propria secondo le indicazioni di P. Laurentiu.

Poiché nessuno è stato in grado di fornire informazioni più precise circa l’accaduto, nemmeno chi svolge attività nei dintorni, avendo forse confuso che si trattasse di pulizia generale della chiesa, il Vescovo, Mons. Michele Seccia, nella qualità di Ordinario Diocesano, ha espresso solidarietà alla Comunità Ortodossa Romena ed ha condannato senza esitazione un tale atto di violazione di luogo sacro, adibito al culto, con l’aggravante di aver mancato di rispetto al Crocifisso ed altri oggetti di culto abbandonati fuori della Chiesa per dileggio.

Pertanto, come Vescovo Diocesano, di comune intesa con il Parroco del territorio, Don Paolo Di Mattia, ed il Parroco della Comunità Ortodossa Rumena, P. Laurentiu Costache, ha provveduto alla presentazione di una denuncia formale contro ignoti per violazione di luogo sacro e vilipendio di segni religiosi per quanto verificatosi.

Redazione Independent

martedì 02 settembre 2014, 11:26

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chiesa
san luca
teramo
laurentiu costache
paolo di mattia
vescovo
notizie
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano