Veleni Montedison a processo

Cinque anni fa la scoperta della discarca di Bussi. Tonnellate di inquinati vicino alle sorgenti del Pescara

Veleni Montedison a processo

DISCARICA DI BUSSI: VERGOGNA D'ABRUZZO. Cinque anni fa circa , dopo la grave crisi idrica che ha colpito l’intera provincia di Pescara, in seguito alle problematiche ambientali e all’inquinamento dei famosi pozzi di Bussi, è emersa la drammatica realtà: quella della presenza di una spaventosa mega-discarica abusiva, destinata allo smaltimento di ogni genere di rifiuti, a Bussi sul Tirino, una discarica portata alla luce dopo mesi di indagini dal Corpo Forestale dello Stato, svelando una delle vergogne più grandi d’Europa. La discarica sarebbe stata realizzata dal 1963 al 1972 su un terreno che dal 1999 è di proprietà della ‘Come Iniziative Immobiliari srl’, oggi Montedison Srl, nel comune di Bussi sul Tirino.

PESCARA PARTE CIVILE. Anche l’amministrazione comunale di Pescara si costituirà parte civile, come persona offesa, nel processo contro la Montedison sul ‘caso’ della maxi-discarica abusiva di Bussi. A rappresentare il Comune di Pescara sarà l’avvocato Franco Perolino che presenterà istanza all’udienza fissata per domani, giovedì 4 ottobre, presso il Tribunale di Pescara.

Marco Beef

mercoledì 03 ottobre 2012, 19:17

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
processo
discarica
bussi
udienza
parte civile
comune
pescara
franco perolino
montedison
solvey
Cerca nel sito