Teramo trema: chiesta retrocessione in D e 20 punti di penalizzazione

La procura federale chiede pene pesantissime per il team abruzzese. Il verdetto, se accolto, potrebbe portare al fallimento della società

Teramo trema: chiesta retrocessione in D e 20 punti di penalizzazione

TERAMO TREMA MA ANCHE L'ABRUZZO NON SORRIDE. E' orrendo, per non dire inqietante, il risveglio della Città di Teramo costretta a fare i conti con le richieste pesantissime della procura di Catanzaro che ha chiesto la retrocessione in serie D per il team abruzzese oltre 20 punti di penalizzazione. Se il verdetto dovesse essere accolto per il Teramo Calcio potrebbe aprirsi anche la strada del fallimento e sarebbe davvero un peccato perchè la società guidata dal presidente Campitelli era riuscita nel miracolo della promozione dalla D alla Serie B, un traguardo sportivo mai raggiunto prima da nessuno a Teramo.

Ad indispettire il morale degli abruzzesi anche la pena per l'altra società di Serie B coinvolta nelle presunte combine ovvero il catania di Pulvirenti. La magistratura calabrese ha, infatti, chiesto la retrocessione in Lega Pro oltre 5 punti di penalizzazione per il Catania.

Come mai questa disparità di trattamento?

D'accordo che il numero uno etneo ha collaborato nelle indagini ma il Teramo è accusato di avere aggiustato soltanto una partita, quella ormai famosa contro il Savona in Liguria, mentre i siciliani sembrano averne comprate addirittura cinque.

Adesso toccherà alla difesa degli abruzzesi compiere il miracolo anche se, a questo punto, le chance di uscire indenni dall'inchiesta sul calcio scommesse sono abbastanza remote. Teramo piange è vero, ma anche l'Abruzzo non sorride perchè potrebbe spegnersi il sogno di vedere tre squadre nostrane, tre derby, affrontarsi nel secondo campionato di calcio del Belpaese.

Romanzo

giovedì 13 agosto 2015, 09:29

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
retrocessione
serie d
punti di penalizzazione
savona
campitelli
Cerca nel sito