Teramo, chiesto un contributo per il miglioramento sismico del liceo “Einstein” e del “Delfico”

Il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, ha scritto direttamente alla Regione Abruzzo proponendo di utilizzare le eventuali economie del Piano di edilizia scolastica

Teramo, chiesto un contributo per il miglioramento sismico del liceo “Einstein” e del “Delfico”

LA RICHIESTA DI RENZO. In una nota inviata alla Regione Abruzzo, il presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino chiede di utilizzare le eventuali economie del Piano di edilizia scolastica per interventi di miglioramento sismico al liceo scientifico “Einstein” e al Classico - Convitto “M. Delfico”: due istituti del capoluogo. Di Sabatino, richiamando la normativa (legge 107 del 2015), ricorda che la legge prevede che “le economie dei finanziamenti di edilizia scolastica restino nelle disponibilità delle Regioni e siano destinate ad interventi necessari all’esito di indagini diagnostiche”.

PIU' DI UN MILIONE E MEZZO DI "ECONOMIE". Stando alla lettura degli atti dirigenziali regionali, vi sarebbero circa 1 milione e 600mila euro di “economie” per effetto della mancata realizzazione di opere inserite nel Piano ma, per diversi motivi, non realizzate. “Se queste somme fossero effettivamente disponibili noi candidiamo a finanziamento l’Einstein e il Delfico, due strutture corredate di un’ampia indagine diagnostica compiuta dagli esperti della Protezione civile”, scrive Di Sabatino, che vorrebbe estendere il contributo anche al completamento delle verifiche di vulnerabilità sismica in assenza, al momento, di una linea di finanziamento specifica da parte del Governo. Gli importi richiesti sono di 500mila euro per il Liceo Scientifico e di 1 milione di euro per il Classico – Convitto.

Redazione Teramo

martedì 20 settembre 2016, 19:40

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
scuola
sisma
renzodisabatino
provincia
teramo
attualita
Cerca nel sito