Sequestrata discarica di rifiuti inquinati e pericolosi

Blitz della Finanza a Chieti. Sigilli ad un terreno di 5mila mq. priva di autorizzazioni e di norme di sicurezza ambientale

Sequestrata discarica di rifiuti inquinati e pericolosi

CHIETI. SEQUESTRATA AREA DI 5MILA MQ. DESINATA A DISCARICA. I militari della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pescara, nell’ambito della intensificazione dei servizi di polizia ambientale e di controllo economico del territorio disposti dal Reparto Operativo Aeronavale, hanno sottoposto a sequestro, nella zona adiacente all’asse attrezzato di Chieti, in collaborazione con il locale Comando Provinciale del Corpo, un’aerea di circa 5.000 mq destinata ad attività imprenditoriale per il recupero di rifiuti ferrosi.

OLI ESAUSTI E RIFIUTI FERROSI. L’attività, originata da una propedeutica ricognizione aerea condotta a cura del citato reparto aereo del Corpo, consentiva di appurare, al termine di successivi accertamenti effettuati in loco, la completa inosservanza delle modalità connesse lo stoccaggio dei rifiuti pericolosi e non, l’inadeguatezza del sistema di impermeabilizzazione del terreno, di drenaggio delle acque piovane e di raccolta degli oli esausti, il tutto in assoluto contrasto con le prescrizioni imposte per il rilascio delle autorizzazioni alla raccolta e trattamento dei veicoli in disuso.

Oltre al sequestro dell’area, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria i tre responsabili.

Redazione Independent

mercoledì 02 ottobre 2013, 20:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
area
rifiuti
pericolosi
inquinamento
stoccaggio
oli esausti
finanza
Cerca nel sito