Piovono milioni su Spoltore, Di Lorito: «Sono due le buone notizie»

Un milione cinquecentomila euro per le aree a rischio esondazione. Intanto è ripresa l'attività di depurazione del fiume

Piovono milioni su Spoltore, Di Lorito: «Sono due le buone notizie»

PIOGGIA DI EURO SU SPOLTORE, DI LORITO: “DUE BUONE NOTIZIE”. Dal milione e mezzo di euro per l'adeguamento sismico della scuola media "Dante Alighieri" a quelli (1,5) per mettere in sicurezza le aree a rischio esondazione sul fiume Pescara. Poi, entro marzo, arriveranno gli altri milioni del programma #scuolesicure del Governo Renzi per la scuola primaria e dell'infanzia di Santa Teresa. Insomma, un totale di circa 6,5 milioni che per Spoltore, piccolo comune di 19mila abitanti a nord-ovest di Pescara, 36 kmq di territorio, rappresenteranno davvero una manna dal cielo. A gestirli l'amministrazione di centrosinistra, guidata dal sindaco Luciano Di Lorito, il quale ha avocato a sè anche la delega alla Pubblica istruzione dopo le inaspettate dimissioni dell'assessore Massimo Di Felice. «Siamo riusciti - si legge in una nota - ad intercettare un cospicuo finanziamento per gli interventi sulle sponde del fiume, perché dal giorno dell’alluvione la nostra principale preoccupazione è stata quella di trovare soldi per agire dove necessario. Per la manutenzione delle sponde fluviali ed i lavori di mitigazione del rischio idraulico possiamo contare su un finanziamento ministeriale del valore di 1.500.000 euro, recuperati in Provincia d’accordo con la Regione, e che riguarda in gran parte il nostro territorio comunale». I lavori sui tratti di via Arno e via Mincio - quelli più a rischio - dovrebbero partire non appena le operazione tecniche amministrative saranno concluse: dal completamento della progettazione alla indizione della gara di appalto.

LA RIPRESA DELLA PULIZIA DEL FIUME. L'altra buona notizia per la collettività spoltorese, e non solo, è la ripresa dei lavori di disinquinamento del fiume. L’Aca ha, infatti, comunicato che nelle prossime settimane interverrà con un cronoprogramma preciso lungo il tratto che copre i comuni di Pescara, Spoltore, Cepagatti e Tocco da Casauria. «La tutela del fiume – sottolinea Di Lorito - è certamente fondamentale per tutto il territorio e per evitare il ripetersi di criticità. Il fiume, infatti, deve diventare una risorsa e smetterla di essere considerato come una questione da gestire nelle emergenze. Ci stiamo muovendo in questa direzione e stiamo raccogliendo i primi risultati, realizzati grazie anche alla sempre più importante considerazione che Spoltore si sta guadagnando in tutta la Provincia». 

PATTO DI FERRO CON LA PROVINCIA. Per Di Lorito, dunque, l'elezione a consigliere provinciale dello scorso 12 ottobre, si conferma una scelta positiva. Ricordiamo che lo stesso si era dimesso dall'incarico provinciale non appena eletto sindaco di Spoltore, quando all'epoca militava nell'Italia dei Valori, e per dedicarsi anima e corpo alla nuova avventura. «E' fondamentale lavorare in sinergia con Provincia e Regione - conclude Di Lorito - per accedere a forme di finanziamento alternative ai bilanci dei Comuni che,da soli, hanno scarse capacità di investimento». Così è stato, ad esempio, per l'emergenza aule della scuola media Dante Alighieri. Infatti con l'aiuto del presidente della Provincia di Pescata Antonio Di Marco, la collaborazione del prefetto D'Antuono e la disponibilità del sindaco Marco Alessandrini gli oltre 400 alunni dell'istituto migreranno in via Passolanciano. Tocca da risovere, infine, il problema del trasporto degli stessi: ma, anche in questo caso, si potrà contare sull'aiuto di Arpa e Gtm, con cui l'amministrazione ha ottimi rapporti.

Redazione Independent

venerdì 16 gennaio 2015, 16:20

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
spoltore
esondazione
fiume pescara
milioni
notizie
di lorito
Cerca nel sito