Pescara, neonato ingoia cocaina o cannabis: è gravissimo

Degrado al "Ferro di Cavallo" nel quartiere Rancitelli. Un bambino di un anno e otto mesi è ricoverato nel reparto di Rianimazione

Pescara, neonato ingoia cocaina o cannabis: è gravissimo

PESCARA, BIMBO DI 20 MESI INGOIA COCAINA: E' GRAVISSIMO. Un bambino di 20 mesi è ricoverato in condizioni gravissime presso il reparto di Rianimazione dell'Ospedale Civile di Pescara con una sospetta intossicazione da cocaina o cannabis. Il piccolo, accompagnato al pronto soccorso dalla madre e secondo il racconto della donna, avrebbe ingoiato una dose di droga trovandola in strada nello stabile detto "Ferro di Cavallo" nel quartiere Rancitelli di Pescara.

Il bambino, che ha soli venti mesi, è figlio di tossicodipendenti ed il padre ventiduenne si trova in carcere per una serie di reati.

Sulla vicenda indagano gli agenti della Suqadra Mobile di Pescara al servizio del dott. Pierfrancesco Muriana su disposizione del pm del tribunale Barbara Del Bono chebha aperto un fascicolo.

Redazione Independent

venerdì 14 novembre 2014, 23:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rancitelli
bimbo
cocaina
ospedale
rianimazione
ferro di cavallo
tossicodipendente
notizie
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano