Pescara. Bullo 'terribile' incastrato grazie a facebook

Il ragazzino straniero di 16 anni era il terrore dei coetanei. Aggrediva, minacciava e rapinava con la complicità di una baby gang

Pescara. Bullo 'terribile' incastrato grazie a facebook

PESCARA: MINORE BULLO NCASTRATO GRAZIE A FACEBOOK. A Pescara il fenomeno della baby gang è particolarmente diffuso, come dimostrano i recenti fatti di cronaca e gli atroci episodi di knock-out game che hanno caratterizzato l'estate pescarese. Ancora i carabinieri hanno messo le mani su un minorenne “terribile” e che nel corso dell’inverno scorso aveva terrorizzato, con la complicità della sua gang, coetanei con minacce, rapine e aggressioni violente.

Ad incastrare il bullo, un 16enne romeno, le testimonianze delle vittime e le indagini condotte su facebook dai militari guidati dal capitano Claudio Scarponi

Durante le indagini il giovane sospettato aveva fatto però ritorno in Romania e, proprio mentre gli inquirenti stavano avviando le pratiche per il suo arresto in terra straniera, ha fatto intanto rientro in Italia  dove ad attenderlo ha trovato i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara.
 
Redazione Independent
 

venerdì 25 settembre 2015, 12:28

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
bullo
rapina
cellulari
facebook
lungomare
complici
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!