Ospedale di Avezzano. Ad Ostetricia torna il parto indolore

A fine agosto ripristinata la partoanalgesia chiesta ogni anno da 100 partorienti. Reparto marsicano con una delle più basse medie di cesarei

Ospedale di Avezzano. Ad Ostetricia torna il parto indolore

AVEZZANO: A OSTETRICIA TORNA IL PARTO INDOLORE. A Ostetricia e Ginecologia riprende il parto indolore, vengono attivati due nuovi servizi e riorganizzati gli spazi degli ambulatori. Forte potenziamento in tre mosse per il Servizio dell’ospedale di Avezzano, da anni ‘centro di gravità’ di un territorio molto ampio, dalla Marsica orientale ai confini col Lazio. 

La partoanalgesia era stata sospesa a luglio. Adesso il servizio per il parto senza sofferenza è stato ripristinato a fine agosto grazie all’interessamento della Direzione Asl 1.

Ostetricia e ginecologia, diretta dal dr. Giuseppe Ruggeri, torna quindi a erogare, dalle 8 alle 20, per le donne che ne fanno richiesta, una prestazione importante, oggi obbligatoria per legge e inserita nei Lea (livelli essenziali assistenza) ma che da anni l’ospedale di Avezzano garantisce grazie all’impegno e al senso di responsabilità dei direttori dei reparti.

La ripresa del trattamento epidurale (appunto, il parto indolore), è un’ importante opzione per quelle donne che hanno una forte percezione del dolore e che, per questo motivo, affrontano il parto con particolare apprensione e ansia, alcune volte con vero e proprio panico. Sapere che è possibile sottoporsi al parto indolore è rassicurante da una lato per le partorienti e fondamentale, dall’altro, per ridurre il numero di cesarei.

Secondo il Ministero della Salute i reparti che hanno un basso numero di parti chirurgici (i cesarei) sono giudicati efficienti e più sicuri. In questo senso Ostetricia di Avezzano è sicuramente nel ristretto ‘club’ italiano delle unità operative virtuose, avendo una media del 34% di cesarei contro quella nazionale del 37% e regionale ancora più alta. Peraltro le richieste del parto indolore sono in crescente aumento tanto che ogni anno sono oltre 100 le nascite che, per scelta delle partorienti, avvengono con l’epidurale. Si tratta del 10% del totale delle nascite annue, attestate a 1.050 parti. Quest’anno, da gennaio a giugno, i bimbi venuti alla luce ad Avezzano sono stati 716, oltre 50 in più rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Facile quindi prevedere che, a dispetto di una denatalità diffusa nella maggior parte degli ospedali italiani, anche nel 2014 Ostetricia resterà al di sopra delle soglia ‘psicologica’ dei mille bebé.

A ricorrere al parto indolore sono nella quasi totalità le donne che, a prescindere dall’età, vivono l’esperienza del primo figlio. L’obiettivo dell’azienda, peraltro, è in prospettiva quello di potenziare la partoanalgesia garantendola anche nelle ore notturne.

Antonio Marziale

sabato 06 settembre 2014, 13:35

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
avezzano
ospedale
parto
ostetricia
indolore
partoanalgesia
epidurale
rischiovidanza
Cerca nel sito