Ombrina Mare: Legnini, "La partita è ancora aperta"

Per il vicepresidente del Csm, l'Italia "non deve fare torti all'Abruzzo e al suo 30% di territorio protetto"

Ombrina Mare: Legnini, "La partita è ancora aperta"

"L'ITALIA NON DEVE FARCI TORTI". "Il petrolio non è una partita chiusa. Il Paese deve capire che l'Abruzzo con il suo 30% di territorio protetto ora non può subire questo torto".

Lo ha dichiarato l'abruzzese Giovanni Legnini, vicepresidente del CSM, già sottosegretario alla presidenza del Consiglio, in merito al tema della ricerca di idrocarburi e alla necessità di tutelare l'ambiente.

BRAVO, GIOVANNI! Non possiamo che dargli ragione. L'auspicio, ovviamente, è che queste non rimangano solo delle belle parole, ma siano seguite anche da fatti concreti.

La sentinella ambientale

martedì 04 novembre 2014, 10:55

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ombrina
mare
ambiente
chieti
legnini
italia
abruzzo
Cerca nel sito