Minori fuggono dalla comunità

Si consegnano in Questura, dopo una fuga di due giorni, i sedicenni membri della "baby gang" di Rancitelli

Minori fuggono dalla comunità

FUGGONO DALLE COMUNITA’, ARRESTATI IN CARCERE - Due dei minori di soli 16 anni, membri della "baby gang" di Rancitelli, sono stati arrestati nuovamente con l'accusa di evasione dalla comunità a cui erano stati affidati. L'ordinanza di della misura cautelare in carcere è del G.I.P. presso il Tribunale dei Minorenni di L’Aquila dott.ssa Silvia Reitano. La sera del 26 maggio ci fu un inseguimento con la polizia, nelle vie del noto quartiere, finito con uno scontro tra le auto dei fuggitivi ed una pattuglia della Volante. 

IN FUGA DA DUE GIORNI - Entrambi i sedicenni, dopo essere stati affidati a delle comunità di recupero per casi di "disagio", fuori dal territorio della provincia di Pescara, si erano resi irreperibili dadosi alla fuga. Erano entrati da pochi giorni nella struttura che, evidentemente, non era di loro gradimento. Il fatto aveva constretto il Gip ad inasprire la misura cautelare, attraverso l’emissione di un ordine di cattura, con custodia cautelare presso un Istituto di pena minorile, datato 7 giugno 2012.

LA CONSEGNA SPONTANEA - Immediatamente sono iniziate le ricerche dei ragazzi, ma non erano nè a casa nè nei luoghi di abituale ritrovo nel quartiere Rancitelli. Finchè, ieri pomeriggio e dopo due giorni di fuga, spontaneamte ed accompagnati dal proprio legale, si sono presentati in questura.

Redazione Independent

martedì 12 giugno 2012, 11:32

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
minori
baby
gang
rancitelli
carcere
minirile
silvana reitano
minorenni
tribunale
polizia
pescara
Cerca nel sito