Massacrato per una "bionda"

Arrestato dalla polizia il capo di un gruppetto di giovanissimi bulli. Determinati le indagini degli amici della vittima

Massacrato per una "bionda"

AGGREDITO DAL BRANCO PER UNA SIGARETTA NEGATA. La Squadra Mobile della Questura di Pescara ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare "ai domiciliari" nei confronti di un giovane, poco più che diciottenne, gravemente indiziato di aver picchiato selvaggiamente, insieme ad altri quattro amici minorenni, lo scorso 20 aprile un diciassettenne pescarese. In seguito a quell'aggressione la vittima è stata costretta ad un delicato intervento chirurgico presso l'Ospedale Civile di Pescara

INDAGINI SVOLTE DAGLI AMICI. Determinanti ai fini dell'identificazione dei responsabili, anche attraverso l’ausilio di internet (facebook), l'attività d'indagine di due amici della vittima, che si sono improvvisati investigatori. Maggiori particolari sull’operazione saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà presso la sala conferenze della Questura alle ore 11.00. 

Redazione Independent

 

martedì 18 giugno 2013, 09:03

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
branco
sigaretta
notizie
pescara
bullo
aggressione
facebook
Cerca nel sito