Le Furie Rosse sbancano il San Filippo di Brescia al termine di una gara superlativa

In Lombardia finisce 77-92 senza Armwood e con ben 20 punti dalla panchina. Domenica prossima arriva Mantova e il PalaLeombroni sarà pieno

Le Furie Rosse sbancano il San Filippo di Brescia al termine di una gara superlativa

LE FURIE SBANCANO IL SAN FILIPPO DI BRESCIA CON UNA GARA SUPERLATIVA. FINISCE 77-92 SENZA ARMWOOD E CON BEN 20 PUNTI DALLA PANCHINA. Quando, senza l’infortunato Armwood,  si fanno 36 punti in area in casa dell’indiscussa capolista, con 21 falli subiti ed il 53% di tiri dal campo, non ci sono ‘se’ e non ci sono ‘ma’. Le Furie hanno dato lezione di basket alle Leonesse, giocando una gara perfetta sotto il profilo della personalità, del gioco e della gestione della gara, con Ivan Lilov a terrorizzare la difesa bresciana nei primi due quarti di gioco, con Monaldi ed Allegretti che hanno fatto la differenza nella seconda metà della gara e con il resto della squadra a stupire l’intero campionato di A2. Gli uomini di coach Galli crescono di partita in partita, si compattano sempre più e trovano una panchina reattiva in maniera totale, capace di dare il proprio contributo con 20 punti. Quella stessa panchina figlia del lavoro di coach Galli e del suo staff che, dopo le ingiuste critiche piovutele addosso, sta dimostrando anche ai più ostici quanto sia importante stare vicino alla squadra senza pretendere cose assurde e senza boicottarla nei momenti in cui più ha bisogno di un pubblico caloroso. Dal versante lombardo coach Diana non aveva nascosto i suoi timori alla vigilia della gara, dipingendo la Proger come una squadra imprevedibile che gioca un ottimo basket ed ama proporlo con i ritmi di gara molto alti. Il polso di Isaiah Armwood che, dopo la preoccupazione del ginocchio avvertita la scorsa settimana, ha dato non pochi problemi in settimana all’americano, impedendogli di scendere in campo e tenendo tutti i tifosi teatini in ansia, non ha costituito minimamente motivo di abbattimento psicologico nei ragazzi di Cedro Galli, che hanno iniziato la gara con l’ennesimo insolito starting five: Monaldi, Lilov, Sergio, Allegretti e Vedovato. Coach Diana risponde con Fernandez, Bruttini, Alibegovic, Holmes e Hollis. Proprio quest’ultimo, miglior realizzatore con 17,4 di media e figlio dell’indimenticato Essie, impatta il primo quarto di gioco con 10 punti e un minaccioso 4/4 da due. La sfrontatezza di Ivan Lilov fa da risposta con un 3/3 dall’arco, cui capitan Sergio accompagna la cavalcata con un’importante tripla.  Le Leonesse chiudono la prima frazione in vantaggio 26-22 e coach Galli è limitato nelle rotazioni, avendo un giocatore importante in meno a sua disposizione.  Nel secondo quarto la difesa alternata delle Furie inizia a creare qualche problema a Brescia, che ha Fernandez in ottima forma, cui però rispondono Allegretti e Lilov con triple importanti. Holmes ed Alibegovic sono praticamente annullati, Diego Monaldi inizia a distribuire assist come vuole e Vedovato è padrone del pitturato. Si va al riposo lungo in vantaggio di un punto 43-44, con Lilov autore di 19 punti.  Tutta la Proger regge bene nel terzo quarto la pressione psicologica, consapevole di giocarsela alla pari con la capolista, anzi aumenta il vantaggio chiudendolo in vantaggio di nove 53-62, nonostante preoccupi un tantino la situazione falli, con Vedovato, Sergio e Piccoli a quota 3. C’è bisogno di uno sforzo e di una compattezza fuori dal comune, Brescia è squadra in grado di recuperare lo svantaggio in brevissimo tempo, visto il roster di cui dispone e, soprattutto, la prestanza fisica. Nonostante il quarto fallo di Jacopo Vedovato all’inizio dell’ultimo quarto, il ‘malefico’ Andrea Piazza e Marco Allegretti impongono il break decisivo alla gara con tre triple consecutive. Dopo un solo minuto e venti secondi dall’inizio della frazione, le Furie sono avanti 55-69 e coach Diana chiama timeout per interrompere il ritmo Proger e per cercar di scuotere i suoi. Niente da fare!!! Chieti continua a segnare con Monaldi, Piazza e Piccoli, che trova un importante canestro da sotto, subendo fallo e realizzando il tiro libero supplementare. Sul fronte bresciano c’è solo Juan Fernandez a provare a vincere la partita ma altre due triple di Lilov e Sergio fissano il punteggio sul 67-88 a 2:17 dal termine. Le Furie sentono addosso la vittoria e la centrano controllando agevolmente il punteggio. Ad 1:07 dal termine c’è spazio anche per i tre giovani Marchetti, De Martino e Sipala, che trova anche il tempo di mettere il suo sigillo alla gara. E’ stata una gara entusiasmante da parte delle Furie, il plauso va a tutti, senza escludere nessuno. Il lavoro di coach Galli e del suo staff sta pagando, come d’altronde abbiamo visto anche lo scorso anno. Domenica prossima al PalaLeombroni arriva Mantova, squadra granitica ed esperta, altra pretendente alla vittoria finale; la lotta per la permanenza nella categoria è ancora lunghissima e il calendario non dice niente di buono sul fronte Proger. C’è però una certezza: le Furie possono giocarsela con tutti e possono recuperare tutti i punti persi a causa degli innumerevoli infortuni. Domenica prossima ci auguriamo un PalaLeombroni pieno! Forza Furie!!!

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA-PROGER CHIETI 77-92 (26-22; 43-44; 53-62; 77-92)

Centrale Del Latte Brescia: Fernandez 22 (4/12, 4/5 da 3p, 2/2), Bruttini 13 (5/7, 3/4TL), Alibegovic 15 (3/4, 2/7 da 3p. 3/3), Holmes 10 (2/5, 2/5), Hollis 14 (6/9, 0/1, 2/3TL), Passera, Cittadini, Toté, Bushati 3 (3/8 TL). N.E.: Bolis, Speronello, Piantoni.

Coach: Andrea Diana

Rimbalzi: 23 Dif. (7 Hollis), 7 Off. (3 Bruttini)

Palle Perse 13; Palle Recuperate 6;  Assist 11 (7 Fernandez)

 Proger Chieti: Allegretti 15 (4/6, 2/3 da 3p, 1/1), Vedovato 7 (2/4, 3/3 TL), Lilov 24 (2/7, 6/8 da 3p, 2/2), Monaldi 14 (5/6, 1/8 da 3p, 1/2), Sergio 12 (3/5, 2/5 da 3p), Piazza 10, Sipala 2 (1/1), Marchetti, De Martino, Piccoli 8 (2/2, 01/, 4/4). N.E. Armwood.

Coach: Massimo Galli

Rimbalzi: 25 Dif. (7 Allegretti, 5 Piazza), 4 Off. (2 Piccoli)

Palle Perse 11; Palle Recuperate 6; Assist 14 (5 Monaldi, 3 Piazza)

 

Risultati 20^ Giornata

Europromotion Legnano-Eternedile Bologna 67-76

Andrea Costa Imola- Mec Energy Roseto 74-78

Dinamica Mantova-Bawer Matera 92-60

Remer Treviglio-Bondi Ferrara 68-76

Alma Trieste-Basket Recanati 88-86 dts

Betulline Jesi-De’ Longhi Treviso 68-91

Centrale Del Latte Brescia-Proger Chieti 77-92

Tezenis Verona-OraSì Ravenna 63-51

 

CLASSIFICA

Centrale Del Latte Brescia 30

De’ Longhi Treviso 30

Andrea Costa Imola 28

Dinamica Mantova 28

Mec-Energy Roseto 24

Tezenis Verona 24

Eternedile Bologna 22

OraSì Ravenna 20

Alma Trieste 20

Remer Treviglio 20

Proger Chieti 18

Bondi Ferrara 18

Betulline Jesi 14

Europromotion Legnano 12

Basket Recanati 8

Bawer Matera 4

 

Stefano Tortoreto

domenica 07 febbraio 2016, 21:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
brecia chieti
basket
furie rosse
coach galli
armowood
san filippo
palaleombroni
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!