Lavoro. Cresce la preoccupazione dei lavoratori della Mercatone Uno

L'azienda è in amministrazione straordinaria e tra le ipotesi c'è anche la chiusura di alcuni punti vendita tra cui quelli di San Giovanni Teatino, Pineto e Colonnella

Lavoro. Cresce la preoccupazione dei lavoratori della Mercatone Uno

LAVORO. CRESCE LA PREOCCUPAZIONE DEL LAVORATORI DELLA MERCATONE UNO. Cresce la preoccupazione per i 130 lavoratori abruzzesi della Mercatone Uno, società in amministrazione straordinaria e per la quale il tribunale di Bologna, dove l'azienda ha potrato i libri, ha autorizzato la chiusura di 34 punti vendita in tutta Italia.ell'azienda il Mercatone Uno. In Abruzzo la Mercatone Uno è presente nei comuni di San Giovanni Teatino, Colonnella e Pineto.

L'AMAREZZA DI MARINUCCI. L'amministrazione guidata dal sindaco Luciano Marinucci è molto preoccupata. "Nel nostro territorio - spiega il primo cittadino che ha convocato un consiglio comunale ad hoc - il punto vendita del Mercatone Uno è presente dal oltre 15 anni, soddisfacendo le esigenze lavorative di molti nostri cittadini. La chiusura comporterebbe un pregiudizio dell'equilibrio economico sociale, così come in altre comunità del territorio nazionale, a partire da Pineto e Val Vibrata. Il nostro obiettivo - conclude - è costituire un fronte comune di solidarietà tra tutte le amministrazioni coinvolte nei confronti di tutti, indistintamente, i dipendenti dell'azienda Mercatone Uno e delle loro famiglie".

Redazione Independent

martedì 12 maggio 2015, 09:47

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mercatone uno
lavoro
chiusura
abruzzo
colonnella
san giovanni teatino
pineto
tribunale di bologna
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!