Lanciano. Chiesto processo per Don Andrea Facchini

L'ex parroco della chiesa di Sant'Agostino è accusato di aver frustato col rosario e fatto leccare pavimenti ai parrocchiani

Lanciano. Chiesto processo per Don Andrea Facchini

FRUSTATE COI ROSARI E PAVIMENTI DA LECCARE. La Procura della Repubblica presso il tribunale di Lanciano ha chiesto il rinvio a giudizio per don Andrea Facchini, l'ex parroco della chiesa di Sant'Agostino, nel capoluogo frentano, accusato di violenza privata aggravata. Il sacerdote della diocesi di Lanciano-Vasto, volato nel suo paese d'origine, il Brasile, all'indomani dell'apertura dell'inchiesta un anno fa da parte della Procura frentana, avrebbe costretto i membri della Legio Sacrum Cordium a pratiche tutt'altro che ortodosse. Frustrate con i rosari, pavimenti da leccare, rivelazioni delle confessioni e altre situazioni raccontate da alcuni ex componenti dell'associazione prima ai microfoni della web tv Abruzzolive e poi agli inquirenti della Procura. Il sacerdote era stato convocato negli uffici giudiziari del tribunale di Lanciano lo scorso 23 ottobre per essere interrogato dal pm Rosaria Vecchi, ma ha preferito non presentarsi. Di qui la richiesta di rinvio a giudizio depositata pochi giorni fa dal pm di Lanciano, come rivela la web tv Abruzzolive.

Redazione Independent

mercoledì 20 novembre 2013, 15:54

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rosario
sacerdote
lanciano
frustate
chiesa
processo
violenza
Cerca nel sito

Identity