L'uragano Grillo arriva a Pescara. In tribunale il "caso" Buttiglione

Il leader del MoVimento 5 Stelle al fianco dell'imprenditore montesilvanese: «Gli usurai hanno avuto pietà, Equitalia no»

L'uragano Grillo arriva a Pescara. In tribunale il "caso" Buttiglione

L'URAGANO GRILLO ARRIVA A PESCARA PER SILVIO BUTTIGLIONE, L'IMPRENDITORE CON LA CASA ALL'ASTA. Pescara si prepara ad accogliere l'uragano Beppe Grillo, leader del MoVimento 5 Stelle che sta facendo tremare l'Italia e l'Europa a pochi giorni dall'Election Day.

Accompagnato dal vice-presidente della Camera Luigi Di Maio e come promesso da tempo Grillo sarà in città per sostenere la protesta di Silvio Buttiglione, l'imprenditore montesilvanese in difficioltà economiche la cui abitazione andrà all'asta domani, 20 maggio 2014, alle ore 15 per un debito di 19mila euro cresciuto sino a 37mila euro.

"Sono centinaia di migliaia le persone che vivono il mio stesso dramma. Ma che per vergogna  altre ragioni non vengono allo scoperto. L'unica comunità che ha raccolto il mio dolore pe strada. Non sono un attivista del Movimento 5 Stelle però moramente mi sento di votarli".

Bottiglone, 60 anni, ha messo in scena, settimane orsono, il suo dramma davanti alla sede di Equitalia in viale D'Annunzio a Pescara. "Avevo un'impresa a Rimimi e diversi punti vendita. Un giorno mi viene chiuso il conto senza ragione. Io avevo un fido di 49mila euro. Questa banca di criminali tratteneva i soldi che io versavo per coprire gli assegni. Addirittura mi succedeva che dovevo chiamare la polizia per per farmi versare il denaro". 

Il racconto di Buttiglione, questa mattina nella sede del MoVimento 5 Stelle, è drammatico. "Sono finito nelle mani degli usurai. Non lo auguro a nessuno ma non avevo scelto e, ovviamente, ho peggiorato la mia situazione.  Mi sono tagliato la gola, i polsi, ho tentato il suicidio, ho preso medicine. Io in quel momento ho conosciuto la morte. Mi volevo buttare dentro un cassonetto ma sono svenuto prima. Poi due poliziotti mi trovarono. si tolsero i lacci delle scarpe, mi tamporano le ferite e mi salvarono la vita. Mi ricoverarono nel centro di igiene mentale perchè così succede in questi casi. Ma io non sono pazzo. Ero solo disperato. Poi sono stato in cura e nel frattempo che questi usurai che contattarono la mia ex moglie per dirgli che non vogliamo più niente da lui. Tornai a casa ed era pieno di cartelle verdi di Equitalia. Gli usurai hanno avuto pietà di me, mentre Equitalia no".

La storia di Buttiglione è nota. Del suo caso se ne è occupatpo personalmente Luigi Di Maio e Grillo l'ha voluto, in conferenza stampa, alla Camera dei Deputati per protestare contro i suicidi ed i metodi dello Stato nella riscossione delle imposte. 

Il 9 giugno andrà all'asta anche l'ambitazione di Tiziana Marrone, la moglie di Giuseppe Campaniello si era suicidato davanti all'Agenzia del fisco a Bologna dandosi fuoco.

"Bisogna stare vicino a questa gente - ha concluso Buttiglione. Non sono delinquenti. Sono persone oneste che si trovano in un momento di disperazione. Se fossero criminali avrebbero messo al sicuro il loro patrimonio. Io non l'ho fatto". 

Redazione Independent

lunedì 19 maggio 2014, 12:01

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
silvio buttiglione
assegno
rimini
banca
casa asta
grillo
tizia marrone
giuseppe campaniello
Cerca nel sito

Identity