Teologia animale

Sette milioni di Italiani hanno salutato la carne. Negli Usa l'avanguardia di un futuro etico anche per gli animali

Teologia animale

LISA "LA VEGETARIANA" - Ho recentemente rivisto in televisione i Simpson. L'episodio, intitolato“Lisa la vegetariana”,racconta, per l’appunto, come la mitica figlia di Omer "Il Carnivoro" decide di diventare vegetariana, dopo aver visto allo zoo un tenero agnellino: tipo quelli che in questi giorni sono stati protagonisti delle campagne pubblicitarie animaliste contro la tradizione pasquale del pranzo a base di agnello. La sorte cui va incontro Lisa è simile a quella di tutti i vegetariani. Iniziano una serie di discussioni con i familiari, pronti a prodigarsi per far tornare Lisa onnivora e non mancano, ovviamente, le denigrazioni e il sarcasmo degli amici, che non comprendono le motivazioni della sua scelta.

ItALIA: 7 MILIONI DI VEGETARIANI - Una ricerca veloce su internet ed ecco che il dubbio, relativo alla data della prima messa in onda, negli Stati Uniti del puntata in questione dei Simpson è fugato: stiamo parlando dell'8 ottobre1995, quasi venti anni fa. A quell’epoca, in Italia, parlare di vegetarismo era come discettare di fantascienza. Solo ora le cose stanno cambiando e il numero dei vegetariani è salito, negli ultimi dieci anni, da un milione e mezzo a sette milioni (diconsi sette milioni, non settecentomila persone: stiamo parlando del 12% della popolazione italiana). La conclusione del discorso è la seguente: anche su quest’argomento la cultura nordamericana risulta più avanzata rispetto a quella del vecchio continente. C’è poco da fare, è così. La conferma l’ho avuta un paio di estati fa, quando sono andato in vacanza negli Stati Uniti, e molti amici avevano previsto, in modo sarcastico, che sarei andato incontro ad una overdose di hamburger. Nulla di più sbagliato: non ho mai visto tanti locali vegetariani, tanti chioschi di prodotti biologici e naturali (sto parlando di New York, non di Old Mystic nel Connecticut), e tanti libri di diete vegetariane nelle vetrine delle librerie.

L'HOT DOG NON TIRA PIU'? - Anche le statistiche confermano quanto sto dicendo. Secondo il dipartimento dell’Agricoltura statunitense, negli ultimi otto anni il calo del consumo di carni bovine negli U.S.A. è stato del 10%. Secondo i calcoli dell’Earth Policy Institute di Lester Brown, nel 2012 si prevede il più basso livello di consumo di carne nel decennio. Vuoi vedere che, dopo aver tanto deriso gli americani per la loro obesità da hamburger, tra alcuni anni ci ritroveremo di nuovo a doverli imitare, non per il loro fast food style ma per il loro veg style? Non mi sorprenderebbe, vista la sensibilità che gli americani stanno dimostrando su questi argomenti. Attualmente, in oltre quaranta università statunitensi, compresa la mitica Harward, si insegna Animal Law. In Italia, ovviamente, neanche a parlarne: l’argomento non ha dignità accademica. Negli U.S.A., inoltre, esiste un’apposita pubblicazione specializzata destinata agli studi legali, l’Animal Law Journal. Da noi invece le pubblicazioni delle associazioni animaliste vengono trattate alla stregua della “Torre di Guardia” dei testimoni di Geova.

CRISTIANESIMO E VEGETARIANISMO - A proposito di religione, è nella cultura anglosassone che si è aperto il dibattito tra cristianesimo e vegetarismo, e sono stati studiati, anche a livello accademico, i rapporti tra teologia e benessere animale. Tra tutti, vorrei ricordare il teologo anglicano Andrew Linzey, direttore del Centro per l’Etica Animale all’Università di Oxford e autore, assieme a Tom Regan (padre del pensiero animalista, anch’egli – guarda caso – statunitense), del libro “Gli Animali e il Cristianesimo” e del libro “Teologia animale”, che in questi giorni di Pasqua (parola che significa “passaggio”) consiglio di leggere a chiunque fosse interessato ad approfondire questi argomenti.

Michele Pezone

mercoledì 11 aprile 2012, 09:11

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
michele penzone
vegetarianesimo
vegetariani
veg style
animali
gli animali e il cristianesimo
teologia animale
pasqua
agnello
italia
stati uniti
consumo
carne
teologia dell'animale
lisa simpson
Cerca nel sito