Imprese. L'allarme di Cna

Di Costanzo: meno 343 attività tra gennaio e giugno

Imprese. L'allarme di Cna

IMPRESE, L'ALLARME DELLA CNA - Prosegue il bollettino di guerra, ormai quasi quotidiano, sullo stato di salute dell'economia abruzzese. Questa volta a parlare sono gli artigiani della Cna Abruzzo: il dato del numero di imprese attive è in caduta libera tra gennaio e giugno. Ce ne sono 343 in meno, dopo le buone performance del 2010 e 2011. Il crollo del primo trimestre (-1.236) è solo in parte compensato dalla crescita fra aprile e giugno (+873). Per l'artigianato il decremento è stato di 559, il peggior risultato dell'ultimo decennio. «Occorre intervenire - dichiara il direttore regionale Cna, Graziano Di Costanzo alle telecamere del Tg3 - Proponiamo, a livello regionale, una riduzione delle addizionali Irap e Irpef che pesano per 140 milioni di euro». Tempi duri, altrochè!

Reda Inde

venerdì 20 luglio 2012, 17:41

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
cna
abruzzo
imprese
economia
crisi
crollo
di costanzo
Cerca nel sito