Espugnato il Palaruggi 72-75, le "Furie Rosse agganciano Imola in classfica

Grande prova in terra emiliana della Proger Chieti. Mercoledì 22 il recupero in casa contro la Virtus Bologna

Espugnato il Palaruggi 72-75, le "Furie Rosse agganciano Imola in classfica

FURIE STREPITOSE IN TERRA EMILIANA, ESPUGNANO IL PALARUGGI 72-75. Grande Proger e grandissimo il nuovo arrivato Quenton DeCosey, appena quattro allenamenti per diventare MVP della serata con 22 punti, il 50% al tiro, 11 rimbalzi e 1 assist nei suoi primi 34 minuti in biancorosso. Non è facile inserirsi nel gioco di un nuovo coach, presente a Chieti da soli venti giorni, così come non è affatto semplice prendere in mano una squadra in un campo bollente come quello di Imola che lotta al nostro pari per la salvezza. Un solo quarto di assestamento ed il colored di San Antonio ha fatto immediatamente capire che in questo campionato ha totalmente voglia di dire la sua. Grande la personalità delle Furie, favolose le continuità di Golden e Venucci, eccellenti le conferme di Sergio e Mortellaro, fantastiche le triple al momento giusto di Fallucca che sta diventando pian piano parte integrante di questo sogno teatino. Unico rimpianto: aver dissipato il +7 a pochi istanti dal termine, che sarebbe valso il vantaggio negli scontri diretti a fine campionato. Ma questa Proger, per quanto sta facendo vedere nelle ultime settimane, potrebbe anche non aver bisogno di tali vantaggi, viste la personalità, la cattiveria e la determinazione che sta esprimendo. Orfane entrambe le squadre di personalità importanti, Piccoli e Davis per Chieti, Prato e Borra per Imola, coach Bartocci inizia la gara con Golden play, affiancato da Turel e DeCosey come esterni, Allegretti da 4 e Mortellaro pivot; coach Ticchi risponde con Ranuzzi, Cohn, Norfleet, Maggioli e Hassan.

LA GARA

Le cose si complicano immediatamente per le Furie, nel primo quarto di gioco c’è una netta supremazia emiliana, che parte concentratissima ed impatta immediatamente un vantaggio con una tripla di Maggioli ed uno schiaccione di Norfleet. Coach Bartocci è costretto al primo timeout dopo 2:40 di gioco ma le Furie perdono molti palloni e sono imprecise al tiro dall’arco e dalla media. Solo Trae Golden riesce a tenere i suoi in partita ma la difesa teatina fa acqua da tutte le parti, l’attacco è totalmente senza idee e chiude la frazione con un 6/18 dal campo e 5 palle perse. Tornano i fantasmi nella mente dei tifosi teatini, mentre l’Andrea Costa tira con 7/9 da due e 2/6 da tre, nonostante non sembri uno squadrone. Il primo quarto si chiude 22-13.

I due minuti di pausa danno tempo a coach Bartocci di parlare nella maniera giusta ai suoi giocatori, che rientrano in campo con un atteggiamento mentale totalmente diverso. Innanzi tutto la difesa biancorossa rompe da subito il ritmo imolese, al punto che coach Ticchi, visibilmente preoccupato nonostante mantenesse il vantaggio, chiama timeout dopo 2:30 giocati. Venucci, poco utilizzato nella prima frazione, con un paio di entrate a dir poco impossibili e due triple pesantissime, piazza un break topico, mentre DeCosey inizia a trovare la giusta quadra con diversi punti e 8 rimbalzi decidendo di caricarsi le responsabilità della Proger. Ora è Imola che è allo sbando, perde 10 palloni consecutivi, Norfleet commette il terzo fallo e complica i piani di coach Ticchi. Si va al riposo lungo in vantaggio 33-38, grazie ad un parziale teatino di 25-11 nel secondo quarto. Migliorano le percentuali al tiro, 20-16 il conto dei rimbalzi in favore delle Furie di cui 8 presi in attacco, 12 falli subiti. Queste le chiavi che permettono di andare in vantaggio negli spogliatoi.

Il terzo quarto è sostanzialmente equilibrato, inizia con un imponente coast to coast di DeCosey e va avanti mostrando soprattutto le individualità dei leader di entrambe le squadre. Due triple di DeCosey ed una di Golden condite da ottimi giochi a due e molti rimbalzi offensivi di Mortellaro da una parte, mentre Imola deve ringraziare Travis Cohn che la tiene a galla con giocate importanti. A 2: 48 dal termine del quarto DeCosey mette una tripla impossibile cui risponde Cohn su assist di Norfleet. Sul capovolgimento DeCosey replica con un’altra bomba prima del quarto fallo di Hassan. Ma c’è l’ex Roseto Jacopo Preti che, ad un solo minuto dal termine, impatta un’altra tripla e porta Imola sul 51-50. Durante l’ultimo possesso, Mattia Venucci gli spara in faccia la sua di tripla, con un’agghiacciante personalità: il ragazzo ha iniziato a prender confidenza con la categoria e mostra il suo valore in ogni dove. Alla sirena il punteggio dice 51-53.

Si inizia l’ultimo quarto con Imola gravata di falli, 4 di Hassan e 3 di Norfleet e Maggioli, cosa che condizionerà, e non poco, l’andamento romagnolo negli ultimi dieci minuti. Gli uomini di Ticchi sono costretti a lasciar spazio alle Furie in fase di conclusione, ed i ragazzi di coach Bartocci ringraziano, trovando un’altra tripla di DeCosey, autostrade per lo stesso e per Mortellaro in penetrazione e due triple di Matteo Fallucca che mettono il punto esclamativo sulla gara. A metà quarto le Furie sono avanti 61-68 e controllano il ritorno dell’Andrea Costa nonostante qualche piccola difficoltà sprecando buone chances in attacco. Gli ultimi due minuti assomigliano più ad una partita a scacchi dei due coach che non ad un finale di una partita di basket, con falli continui per mandare in lunetta entrambe le squadre. La Proger resiste e supera quest’importantissimo esame in terra romagnola. Resta il piccolo rammarico di aver dissipato negli ultimi minuti quel vantaggio che sarebbe potuto tornarci utile a campionato finito.

Ma le Furie viste nelle ultime settimane, mantenendo questo atteggiamento mentale e questa carica agonistica, potrebbero non aver bisogno affatto delle varie differenze punti. Mercoledì prossimo si affronta in un recupero del girone d’andata la capolista Virtus Bologna, 15 scudetti, 8 Coppe Italia, 2 Eurolega, 1 Coppa Delle Coppe: nulla da perdere ragazzi, proviamo a vincerla?

 

Andrea Costa Imola - Proger Chieti 72-75 (22-13, 11-25, 18-15, 21-22)

Andrea Costa Imola: Norfleet 18 (6/10, 1/2), Cohn 17 (7/8, 0/1), Hassan 14 (1/3, 4/10), Maggioli 9 (3/5, 1/5), Ranuzzi 8 (3/7, 0/1), Paci 3 (1/2, 0/0), Preti 3 (0/1, 1/2), Tassinari 0 (0/1, 0/3), Cai 0 (0/0, 0/0), Wiltshire 0 (0/0, 0/0)

Coach: Giampiero Ticchi

Tiri liberi: 9 / 12 - Rimbalzi: 27 4 + 23 (Ranuzzi 8) - Assist: 11 (Norfleet 6)

Proger Chieti: Decosey 22 (6/12, 2/4), Golden 16 (6/15, 1/1), Venucci 15 (3/3, 3/5), Mortellaro 9 (4/9, 0/0), Fallucca 6 (0/2, 2/5), Sergio 5 (1/3, 0/2), Allegretti 2 (1/2, 0/1), Turel 0 (0/0, 0/1), Zucca 0 (0/0, 0/0), Clemente 0 (0/0, 0/0)

Coach: Maurizio Bartocci

Tiri liberi: 9 / 15 - Rimbalzi: 38 10 + 28 (Decosey, Mortellaro 11) - Assist: 8 (Venucci 4)

 

Risultati Serie A2 Girone Est - 22^ Giornata

Assigeco Piacenza-OraSì Ravenna 59 - 68

Tezenis Verona-Dinamica Generale Mantova 78 - 69

Segafredo Virtus Bologna-G.S.A. Udine 80 - 57

Unieuro Forlì-Alma Trieste 63-67

Visitroseto.it Roseto-US Basket Recanati 81 - 65

Andrea Costa Imola-Proger Chieti 72 - 75

Kontatto Fortitudo Bologna-Termoforgia Jesi 86 - 74

Bondi Ferrara-De Longhi Treviso 82 - 73

 

CLASSIFICA

De Longhi Treviso 30

Segafredo Virtus Bologna 30

Alma Trieste 30

OraSì Ravenna 28

Visitroseto.it Roseto 26

Kontatto Fortitudo Bologna 26

Dinamica Generale Mantova 24

Termoforgia Jesi 22

Tezenis Verona 22

Assigeco Piacenza 20

G.S.A. Udine 20

Bondi Ferrara 18

Andrea Costa Imola 16

Proger Chieti 16

US Basket Recanati 12

Unieuro Forlì 8

 

PROSSIMO TURNO

Unieuro Forlì-Kontatto Fortitudo Bologna

OraSì Ravenna-Bondi Ferrara

Alma Trieste-US Basket Recanati

De Longhi Treviso-Visitroseto.it Roseto

G.S.A. Udine-Tezenis Verona

Proger Chieti-Assigeco Piacenza

Segafredo Virtus Bologna-Termoforgia Jesi

Dinamica Generale Mantova-Andrea Costa Imola

Stefano Tortoreto

domenica 19 febbraio 2017, 22:02

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
chieti basket
proger chieti
piacenza
classifica
Cerca nel sito

Identity