150 doppiette fumanti e scatenate nei campi di girasoli

La polizia provinciale e Gev sequestrano munizioni abbandonate e tortore abbattute illegalmente

150 doppiette fumanti e scatenate nei campi di girasoli

APERTURA CACCIA, SERVIZI DI PREVENZIONE SUL TERRITORIO PESCARESE. Ieri, in occasione dell’apertura della caccia, il personale della Polizia Provinciale di Pescara e le Guardie Ecologiche Volontarie, diretti dal comandante Giulio Honorati, hanno svolto dalle 5 alle 14 un servizio di controllo del territorio finalizzato, in particolare, al rispetto delle prescrizioni sull’attività venatoria. Le quattro pattuglie della Polizia Provinciale e le squadre delle Guardie Ecologiche Volontarie, organizzate dalla coordinatrice Liliana Febbo, hanno identificato più di centocinquanta cacciatori su tutto il territorio pescarese. Nel bilancio di questo servizio, spiegano Honorati e Febbo, rientrano anche il sequestro di tortore abbattute e munizioni, avvenuto in località Colle Carpini di Loreto Aprutino.

PERLUSTRAZIONI NEI CAPI DI GIRASOLI. Nel corso di una perlustrazione, una squadra delle Guardie Ecologiche Volontarie ha notato in un campo di girasoli due cinturoni abbandonati pieni di cartucce e 17 carcasse di tortore dal collare (Streptopelia Decaocto), magnifico esemplare di volatile protetto. La pattuglia della Polizia Provinciale, arrivando sul posto su richiesta delle Gev, ha sollecitato l’intervento del medico veterinario che ha riscontrato l’abbattimento delle tortore per ferite da pallini da caccia per cui si è proceduto al sequestro delle munizioni (erano 37, di calibro 12) e degli esemplari di tortora ed è stata inoltrata una comunicazione di reato a carico di ignoti alla Procura della Repubblica di Pescara per abbandono di munizioni e caccia vietata alla specie protetta secondo la legge 157/92.

HONORATI: "CHI HA UCCISO NON E' UN CACCIATORE". “Chi ha ucciso questi volatili – commenta Honorati – non è un cacciatore. I veri cacciatori, che amano e rispettano l’ambiente, osservano le norme e assicurano collaborazione alla Polizia Provinciale e alle Guardie ecologiche Volontarie, anche segnalando illeciti in materia venatoria”. Honorati mette poi in evidenza, ringraziando i suoi collaboratori, gli operatori di Polizia Provinciale e le Guardie Ecologiche Volontarie, che il servizio era finalizzato non solo a reprimere gli illeciti ma aveva anche fini preventivi, di segnalazione, di informazione, di accertamento, aumentando così la deterrenza alle eventuali violazioni delle norme in materia di caccia e di degrado e pericolo per il territorio.

Redazione Independent

lunedì 16 settembre 2013, 12:40

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
caccia
doppiette
cacciatori
tortore
munizioni
abruzzo
notizie
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!