Crolli L'Aquila, la Cassazione assolve Diego De Angelis

L'ingegnere era accusato di disastro colposo e omicidio colposo. Nella tragedia di via Generale Francesco Rossi perse la figlia Jenny, che aveva 26 anni

Crolli L'Aquila, la Cassazione assolve Diego De Angelis

ASSOLTO DIEGO DE ANGELIS. La 4a sezione della Corte di Cassazione ha assolto 'perché il fatto non sussiste' l'ingegnere Diego De Angelis, imputato per il crollo del palazzo dell'Aquila avvenuto la notte del terremoto del 6 aprile 2009 in via Generale Francesco Rossi, dove morirono 17 persone, tra cui molti studenti universitari fuori sede.

De Angelis, già direttore dei lavori nonché amministratore di condominio, che proprio in quello stabile ha perso la figlia Jenny, scomparsa tra le macerie all'età di 26 anni, era accusato dei reati di disastro colposo, crollo di edificio, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime.

Il suo avvocato, Franco Coppi, aveva proposto ricorso contro la sentenza pronunciata dalla Corte di Appello il 10 febbraio 2015 che aveva condannato De Angelis alla pena di un anno e 11 mesi di reclusione, a parziale riforma di quella di primo grado (tre anni) emessa dal giudice del tribunale dell'Aquila, Giuseppe Romano Gargarella il 18 ottobre 2012. Ora l'assoluzione.

Romanzo

giovedì 02 giugno 2016, 17:38

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ricostruzione
terremoto
laquila
paganica
politica
ferella
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?