Crisi politica al Comune di Teramo. Brucchi ci mette una toppa mentre Chiarini ...

La lettera di dimissioni dell’Assessore alla Cultura apre inquietanti scenari sul futuro della maggioranza di centrodestra da tempo in bilico su delicati equilibri. Le opposizioni chiedono il voto

Crisi politica al Comune di Teramo. Brucchi ci mette una toppa mentre Chiarini ...

CRISI POLITICA AL COMUNE DI TERAMO. LASCIA L'ASSESSORE CHIARINI MA BRUCCHI NON STA A GUARDARE.  "Questa mattina ho ricevuto la lettera di dimissioni dell’Assessore Marco Chiarini. Comprendo le motivazioni e capisco le considerazioni che hanno dettato il gesto. So bene che fare l’amministratore, in questa speciale congiuntura, è oltremodo difficile, soprattutto per le ragioni di natura economica che spesso limitano le prospettive, ma anche per la pressione mediatica e politica che inevitabilmente fa sentire il suo peso.  Rilevo, però, la bontà del lavoro svolto dall’assessore fino ad oggi, apprezzandone ispirazioni e risultati. Per queste ragioni, ho contattato immediatamente Marco Chiarini, chiedendogli di sospendere la sua decisione e prendersi una pausa di riflessione. Lo stesso ha accolto con disponibilità la mia richiesta, concedendosi pertanto alcuni giorni di riflessione, al termine dei quali scioglierà i dubbi e comunicherà la decisione definitiva". Questa la nota del primo cittadino di Teramo Maurizio Brucchi alle prese, da tempo, coi delicati equilibri politici che ancora resistono al Palazzo di Città. Le opposizioni, naturalmente, sono scatenatissime e chiedono l'immediato ritorno alle urne.

Redazione Independent

lunedì 24 ottobre 2016, 14:02

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
brucchi
dimissioni marco chiarini
assessore
notizie
crisi politica
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!