Bomba ecologica nel Pescara: i liquami della Città direttamente in mare

Il crollo della condotta franata dall'asse attrezzato può rivelarsi fatale per la salute pubblica e la balneabilità delle acque alle porte della stagione esiva

Bomba ecologica nel Pescara: i liquami della Città direttamente in mare

BOMBA ECOLOGICA NEL FIUME PESCARA: I LIQUAMI FINISCONO DIRETTAMENTE IN MARE. E' un dramma ambientale quello che si sta consumando sotto gli occhi di tutti i cittadini pescaresi e d'Abruzzo, già duramente provati delle assoluzioni sullo scandalo di Bussi sul Tirino.

Questa volta la questione dell'inquinamento dipende dal crollo della condotta fognaria che trasportava i liquami di una parte della Città di Pescara al depuratore consortile, per essere trattati, depurati ed essere rilasciati nelle acque del fiume Pescara. Adesso, però, lo scarico sta avvenendo direttamente nelle acque del fiume ed i rischi per la salute e la balneabilità delle acque, manco a dirlo, sono evidenti.

Inoltre tra poco più di un mese dovrebbe cominciare la stagione balneare e le acque della zona portuale, già provate da problematiche inquinanti, potrebbero risultare non balneabili con conseguente danno d'immagine per la città e danno per gli operatori turistici.

Il Comitato No Rifiuti che ha chiesto alla magistratura abruzzese di aprire una inchiesta per fare luce sulle cause del crollo della condotta fognaria ed accertare eventuali responsabilità.

"Il crollo della condotta fognaria che portava gli scarichi cittadini al depuratore - denunciano gli animalisti - è una vera e propria emergenza ambientale. Da tre giorni i liquami finiscono direttamente nel fiume Pescara e, da lì, al mare. Un caso eclatante di inquinamento, per questo chiediamo che la magistratura faccia il suo dovere ed accertare le responsabilità sia del crollo che dell'inquinamento del fiume e del mare".

Le domande che ci poniamo noi di Abruzzo Independent sono anche queste: possibile che nessuno abbia calcolato questo rischio? Come erano collegate le condotte alla direttrice dell'Asse Attrezzato? Era stata prevista la manutenzione? Infine: e se fosse passato qualcuno nel momento del crollo della pesantissima condotta?

Purtroppo questa abitudine a risolvere i problemi dopo che sono capitati comincia francamente a stufare.

Redazione Independent

mercoledì 08 aprile 2015, 23:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fiume pescara
fognatura
inquinamento
condotta
crollo
inchiesta
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano