400Kg di vongole sconosciute

Sequestro della Capitaneria di Porto all'alba: i mitili rigettati in mare non avevano alcuna documentazione sanitaria

400Kg di vongole sconosciute

VONGOLE SCONOSCIUTE - Ieri notte i militari della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Pescara, nell’ambito di attività di controllo e vigilanza sulla filera della pesca, hanno fermato e controllato due navi da pesca che, illecitamente, avevano sbarcato 400 kg di vongole destinate al "mercato nero". I capitani dei natanti sono stati multati e la merce, che avrebbero fruttato un ingiusto introito di circa 6.000 euro, è stata sequestrata.

PRODOTTO SENZA TRACCIABILITA' - Il prodotto ittico era privo di qualsiasi documentazione nonché di certificazione sanitaria e, quindi, potenzialmente pericoloso per il consumo umano. Dopo il sequestro è stato rigettato in mare poiché ancora vivo. «L’operazione - ha spiegato il dott. Fausto Mariantoni - rientra nell’attività di controllo e prevenzione che la Capitaneria di porto di Pescara conduce con assiduita’ per garantire il rispetto, da parte di produttori primari, dei  distributori e dei ristoratori, della normativa sulla etichettatura e sulla tracciabilita’ dei prodotti ittici e la salvaguardia della salute pubblica».

Redazione Independent

 

 

 

giovedì 29 marzo 2012, 11:49

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
capitaneria
porto
vongole
motovedetta
fausto mariantoni
controllo
tutela
salute
prodotti
ittici
tracciabilit
notizie
Cerca nel sito