Un figlio dell'Abruzzo

Marco Pannella al settimo giorno di sciopero della fame e sete. I medici: «Rischia la vita»

Un figlio dell'Abruzzo

DRAMMA CARCERI. LA PROTESTA ESTREMA DI PANNELLA. Marco Pannella, 82 anni da Teramo, segno zodiacale toro, è un figlio d'Abruzzo. E come tale, dunque, è duro come la roccia delle montagne del Gran Sasso. Ancora una volta il leader dei Radicali Italiani è tornato a far parlare di sè e a denunciare il problema del sovraffollamento nelle carceri italiane. Come? Col metodo che conosce meglio: cioè la privazione del cibo e dell'acqua. Ma non nel modo consueto ai politici "nostrani" che prima lo annunciano e poi, poche ore dopo, lo revocano anche se non hanno ottenuto un bel nulla. ln effetti il protagonista delle battaglie civili - come definire se non "immensa" la sua lotta per il divorzio - è stata notata da esseri umani immortali del calibro di Martin Luther King e del Mahatma Gandhi. Insomma, benchè molte sue scelte politiche siano state discutibili, questa volta Marco Pannella da Teramo è tornato a battersi per una causa "umana" e "giusta": quella del sovraffollamento nella carceri. Anche il rigoroso premier, quasi dato per certo ancora una seconda volta, Mario Monti è andato a trovarlo in ospedale e lo ha supplicato di interrompere la protesta promettendo che, una volta al Governo, si occuperà del problema. Il sospetto "forte" è che conoscendolo non gli darà retta, ma la speranza è l'ultima a morire. Forza Marco.

La subredazione

martedì 18 dicembre 2012, 18:03

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marco pannella
sciopero
fame
battaglie
civit
sovraffollamento
carceri
teramo
Cerca nel sito