Tangenti Beni Culturali. Arrestati non rispondono al Gip

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere due dei cinque indagati per vari reati nella ricostruzione di chiese a L'Aquila

Tangenti Beni Culturali. Arrestati non rispondono al Gip

SCANDALO MAZZETTE AI BENI CULTURALI: INDAGATI NON RISPONDO A DOMANDE DEL GIP. Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sia l'imprenditore Massimo Vinci che la funzionaria della direzione regionale dei Beni culturali Alessandra Mancinelli, finiti in carcere nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti per gli appalti dei restauri delle chiese danneggiate all'Aquila durante il sisma del 6 aprile 2009.

I due sono stati oggi i primi a comparire davanti al Gip presso il Tribunale dell'Aquila, Giuseppe Romano Gargarella.Per i legali mancavano tempi tecnici per valutare il fascicolo.

Guarda il video della Guardia di Finanza sul'inchiesta Betrayal. 

lunedì 23 giugno 2014, 15:50

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
video
alessandra mancinelli
giuseppe romano garganella
inchiesta
betrayal
tangenti
chiese
Cerca nel sito