Sulmona e l'Abruzzo in lutto per l'ultimo saluto a Fabrizia Di Lorenzo

Nella Cattedrale di San di San Panfilo e fuori una folla commossa. Anche il presidente della Repubblica ha partecipato alle esequie

Sulmona e l'Abruzzo in lutto per l'ultimo saluto a Fabrizia Di Lorenzo

SULMONA E L'ABRUZZO IN LUTTO PER L'ULTIMO SALUTO A FABRIZIA DI LORENZO. Sulmona e l'Abruzzo in lutto per l'ultimo saluto a Fabrizia Di Lorenzo, la giovane di 31 anni rimasta vittima di un folle attentato terroristico a Berlino, dove viveva e lavorava da alcuni anni. Nella Cattedrale di San di San Panfilo e fuori una folla commossa sin dalla mattina. C'era anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il Ministro dell'Interno Minniti che hanno partecipato alle esequie per non far mancare la presenza dello Stato alla famiglia che sta vivendo questo incubo atroce. "Fabrizia Di Lorenzo come un angelo con le ali aperte: lei che amava la vita con tanti ideali e molti valori, ha dovuto lasciare questa terra che non riesce a dare speranza a questi giovani per il lavoro". Con queste le parole pronunciate nell'omelia il vescovo della diocesi di Sulmona Valva, Angelo Spina. "Di fronte al mistero della morte la nostra ragione si ferma - ha proseguito il vescovo - Dona conforto ai tuoi genitori guarda i giovani e questa nostra terra. Prega per loro e fa loro capire quando è prezioso il dono della vita perché tutti diventino ambasciatori di pace". All'uscita dalla chiesa un lungo applauso ha accolto il feretro: dietro sono apparsi i genitori e poco dopo anche Mattarella. La salma è stata trasportata nel cimitero di Sulmona.

Redazione Independent

 

lunedì 26 dicembre 2016, 18:26

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fabrizia di lorenzo
abruzzo
germania
berlino
sulmona
attentato terroristico
jihad
funerale
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano