Scoppia la bomba 'La City', indagato anche l'ex sindaco Mascia

L'esposto di Pettinari (Pm) produce l'azione della magistratura: 13 avvisi di garanzia. Salta l'operazione di acquisizione del complesso da parte della Regione?

Scoppia la bomba 'La City', indagato anche l'ex sindaco Mascia

A PESCARA SCOPPIA LA BOMBA 'LA CITY': INDAGATE 13 PERSONE. L’ex sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e l’ex assessore Marcello Antonelli sono indagati dalla Procura di Pescara insieme a dirigenti amministrativi e imprenditori per la vicenda del complesso City.

Sono 14 in totale i politici, dirigenti e imprenditori ai quali la Procura di Pescara, pm Annarita Mantini e Miriana Di Serio, hanno consegnato stamane gli avvisi.

L’inchiesta nasce da una denuncia presentata dal consigliere regionale M5S, Domenico Pettinari, e riguarda la destinazione del complesso City come eventuale sede della Regione Abruzzo: la costruzione si trova nella Zona Rossa aeroportuale e quindi secondo la denuncia lì non sarebbe possibile mettere la sede della regione in quanto sito sensibile a rischio aeroportuale.

A questo punto l'operazione da 35 milioni (oltre iva), che alcuni giudicano la piu' grande mai realizzata in Abruzzo nel campo immobiliare, potrebbe anche saltare definitivamente. Naturalmente, va ribadito a scanso di equivoci, che un avviso di garanzia è solo un avviso di garanzia e non certamente una sentenza, come pensano alcuni, di condanna.

Redazione Independent

giovedì 30 luglio 2015, 16:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
inchiesta
la city
pescara
domenico pettinari
mascia
via tiburtina
anna maria mantini
Cerca nel sito