L'Amore Incondizionato

Una razza superiore rispetto agli umani. Non ci meritiamo i loro sublimi sentimenti. La vivisezione è la morte

L'Amore Incondizionato

L’AMORE INCONDIZIONATO - Metto la freccia, curvo, mi fermo, pigio il pulsante del telecomando, il cancello si apre. Fa freddo, freddissimo. Tira un vento gelido, in montagna sta nevicando di sicuro. Mentre rientro con macchina in garage, davanti a me scorgo il giardino di casa e c’è un’atmosfera triste, quasi spettrale. Il giardino è buio, deserto, disabitato ormai, da oggi. Z. se n’è andato. Alle 14.02 il suo cuore ha smesso di battere.

Fino a ieri potevo sentire al rientro a casa il calore della sua presenza, anche se in quel  momento non lo vedevo, perché nascosto tra i cespugli o rintanato nella cuccia. Il suo calore era come un’immagine ad infrarossi. La sua presenza rassicurante. Il mio giardino il suo regno e guai a chi sia avvicina. Il suo un amore incondizionato, vero, bello. Diverso da quello tra umani. Le sue feste e le sue coccole meglio di quelle di un fidanzato. Persino l’amore grande di un genitore non è tale. Padri che disconoscono la prole a causa di una unione sentimentale non accettata, madri che decidono di non avere più contatti con i figli a causa di dissapori che neanche una puntata di “C’è posta per te” riesce a cancellare. Genitori che proiettando delle aspettative nei confronti dei figli, una volta delusi, riescono a provare sentimenti negativi! I cani no. I cani amano alla follia anche il padrone assassino, bandito, stronzo,  barbone….

AMORE PURO - Il loro è’ un amore puro. “Non si cura di chiedersi se abbiate torto o ragione; non gli interessa se abbiate fortuna o no, se siete ricco o povero, istruito o ignorante, santo o peccatore. Siete il suo compagno e ciò gli basta. Egli sarà accanto a voi per confortarvi, proteggervi e dare, se occorre, per voi, la sua vita. Egli vi sarà fedele nella fortuna come nella miseria. E' il cane!” (J. K. Jerome)

Forse noi umani non siamo degni di un sentimento così sublime. La crudeltà nei confronti degli animali ne è l’esempio. Vi risparmio le pippe sulla vivisezione, l’abbandono dei cani sulle autostrade, la questione degli allevamenti in batteria, il cannibalismo da cui è nato il morbo della mucca pazza, gli scuoiamenti degli animali da pelliccia, gli esperimenti sui topi, i mattatoi che ci offrono le bistecche, lo sfruttamento degli animali da circo, ecc…l’uomo è cattivo, punto e  basta.

E forse è  stata proprio la cattiveria che lo ha fatto diventare più forte tra tutti gli esseri viventi.

Il grande Rino poi cantava così:

“Chi mi dice ti amo

chi mi dice ti amo

ma togli il cane

escluso il cane

tutti gli altri son cattivi

pressoché poco disponibili

miscredenti e ortodossi

di aforismi perduti nel nulla

chi mi dice ti amo

chi mi dice ti amo

se togli il cane

escluso il cane

non rimane che gente assurda

con le loro facili soluzioni…”

Come dargli torto?

Un consiglio: se al tuo cane non piace una persona, probabilmente non dovrebbe piacere neppure a te.

Chissà dove vanno i cani quando muoiono. Chissà. Io se muoio voglio andare dove sta il mio cane.

Eri forte, bello, e un po’ matto, come la tua padrona. Ciao Z.

 

                                                           Lady V.

mercoledì 25 gennaio 2012, 10:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lady vendetta
vivisezione
cane
jerome
abbandono
pelliccia
Cerca nel sito