Il cuore BLS torna a battere

Biancorossi ritrovano fiducia e giocano la grande partita nonostante le assenze: 60-69 su Casalpusterlengo

Il cuore BLS torna a battere

BLS VINCE A CASALPUSTERLENGO 60 A 69. La BLS Chieti si ritrova sul campo dell’Assigeco Casalpusterlengo. I biancorossi “ignorano” le problematiche fisiche e la matematica condanna ai playout, giocando una gara di grande generosità e concentrazione e vincendo 60-69 dopo aver condotto l’intero secondo tempo con autorità. In partenza Raschi è in panchina, sostituito da Gialloreto in quintetto.

LA GARA. L’Assigeco cerca fin da subito di imporre un ritmo alto, correndo in contropiede appena possibile, ma non riesce mai a staccare la BLS, tenuta a galla da Micevic e da una difesa sempre attenta. Fin dal primo parziale, chiuso sul 17-14, Sorgentone ruota molto i suoi uomini, dando spazio anche a un positivo Mastroianni. Nel secondo quarto Raschi e Rossi producono il break del sorpasso, sorretti da una retroguardia biancorossa praticamente insuperabile. È una gara dalle percentuali bassissime, entrano anche Gatti, Spera e Bolletta, che danno il proprio contributo nel 30-29 di metà match. Chi si aspetta che le condizioni fisiche dei teatini presentino il conto nella ripresa viene decisamente smentito: i biancorossi giocano leggeri, muovono benissimo la palla mandando a segno dall’arco a ripetizione Raschi, Gialloreto e Gatti, mentre il lavoro difensivo continua a fruttare. Rajola chiude con l’ennesima tripla un 4-16 di parziale che sembra tramortire Casalpusterlengo, sotto 41-53 a 10 minuti dalla fine.  Dopo aver toccato il massimo vantaggio sul +14 con Micevic, la BLS subisce Ricci che con tre canestri è il protagonista della reazione casalinga. L’attacco abruzzese soffre un po’ nel momento in cui gli avversari provano a far valere la maggior fisicità, ma un fondamentale canestro di Severini, e un paio di colpi di uno scatenato Gialloreto (14 punti segnati nella ripresa) tagliano più volte le gambe alla rimonta lombarda. Il solito Ricci riporta i suoi a -6 a 2’ dalla sirena, ma i biancorossi stringono i denti in difesa, non concedendo più canestri dal campo a un Assigeco che sente minuto dopo minuto il peso della condanna alla vittoria. Raschi e Rossi confezionano un sorprendente, ma meritatissimo, 60-69: la prima tappa di avvicinamento ai playout regala alla BLS una ritrovata fiducia.

TABELLINO.

Assigeco Casalpusterlengo – BLS Chieti 60-69 (17-14; 30-29; 41-53)

Assigeco Casalpusterlengo: Marino 7, Prandin 10, Planezio 4, Ricci 16, Chiumenti 11; Vencato 4, Venuto 8, Fiorito, Bellina, Donzelli ne. All. Zanchi.

BLS Chieti: Rajola 9, Gialloreto 14, Severini 2, Micevic 13, Rossi 12; Gatti 3, Raschi 14, Bolletta, Mastroianni 2, Spera. All. Sorgentone.

Rimbalzi: Casalpusterlengo 35 (Ricci 13), Chieti 37 (Rossi 11). Assist: Casalpusterlengo 10 (Marino e Prandin 3), Chieti 8 (Rajola e Rossi 3).

Redazione Independent

domenica 28 aprile 2013, 20:17

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
furie rosse
bari
playout
chieti
notizie
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano