Disperata e tossicodipendente a 19 anni minaccia cliente con la siringa: arrestata

La polizia di Pescara individua la giovane protagonista di questo ennesimo dramma esistenziale. La vittima che ha 73 anni cercava sesso a pagamento

Disperata e tossicodipendente a 19 anni minaccia cliente con la siringa: arrestata

CON UNA SIRINGA MINACCIA UN CLIENTE E LO RAPINA. GIOVANE ARRESTATA DALLA POLIZIA. Questa mattina, la Polizia di Stato ha sottoposto agli arresti domiciliari S.M., nata a Pescara nel 1998, senza fissa dimora, tossicodipendente, più volte indagata per furto e truffa - sulla base di una misura cautelare per il reato di rapina aggravata, emessa dal GIP del locale Tribunale, dr. Gianluca Sarandrea, su richiesta del P.M., d.ssa Barbara Del Bono, la misura è stata eseguita da personale della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Pescara.

Nella serata del 29 maggio scorso, nei pressi della via Tiburtina, un 73enne di Pescara, aveva accolto la giovane a bordo della propria autovettura, previa contrattazione di una prestazione sessuale. Dopo una prima fase in cui la donna aveva manifestato un atteggiamento cordiale, la ragazza aveva indotto l’uomo ad interrompere la marcia con la scusa di dover comprare le sigarette; quindi, minacciandolo verbalmente, gli aveva chiesto del denaro. Di fronte al suo rifiuto, aveva estratto dalla borsa una siringa puntandogliela alla gamba, sfilandogli poi dalla giacca il portafogli contenente documenti personali e la somma in contanti di 180 euro.

La giovane è stata identificata grazie all’esame delle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti in zona e grazie alle accurate descrizioni fornite dalla vittima della rapina.

Redazione Independent

martedì 20 giugno 2017, 12:41

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
tossicodipendente
prostituta
pescara
ultime notizie
pescara notizie
prostituta pescara
via tiburtina
ultime notizie pescara
Cerca nel sito