Cuori di pietra!

Volevano negare l'ultimo desiderio di Jean, 9 anni, tifoso del Dortumund: «Vorrei una lapide col logo della squadra»

Cuori di pietra!

L'ULTIMO DESIDERIO DEL BIMBO TIFOSO DEL BORUSSIA D. Si Chiamava Jean Pascal Schmidt, il bimbo di 9 anni morto per un tumore al cervello che aveva sussurrato all'orecchio della mamma questo ultimo desiderio: "Quando sarò morto vorrei una lapide con il logo della mia squadra" (il Borussia Dortmund ,di cui appunto il piccolo Jean era tifoso). La notizia dell'ultimo desiderio di Jean, consapevole della sua fine, commosse l'opinione pubblica e a Natale del 2011 alcuni giocatori e l'allenatore del Borussia andarono a trovare il piccolo in ospedale che dopo alcuni mesi morì. I genitori, sostenuti dal Borussia, realizzarono la lapide con il motto del Borussia "Echte Liebe", che tradotto significa Vero Amore. 

MA LA PARROCCHIA DICE: NON SI PUO! I responsabili della parrocchia di Dortmund, dove vive la famiglia di Jean si sono opposti alla lapide perché quel pallone è "non consono alla Chiesa Cattolica". Il rifiuto della chiesa ha immediatamernte scatenato l'ira non solo dei tifosi del Borussia ma anche dall'opinione pubblica che si è riversata sul Web accusando la parrocchia di cinismo. Alla fine la Chiesa è stata costretta ad  un compromesso: il pallone sarà posto, anziché in cima alla lapide, ai suoi piedi, in modo tale che "il pallone da calcio non appaia più come un elemento dominante del cimitero". Non ci sono parole. Anzi sì, una: Horror!

C.M.

giovedì 15 novembre 2012, 19:35

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
borussia dortmund
jean pascal schmidt
chiesa
lapide
morto
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?